Cerca

Afghanistan

Quindicenne violentata dall'orco
ora la ragazza rischia 100 frustate

La decisione di un imam che non crede allo stupro ma centinaia di studenti hanno protestato in difesa della 15enne

Al corteo ha preso parte anche la sorella della giovane che ha dichiarato: "Mia sorella è stata imbrogliata e violentata da un sarto di nome Wahab. Adesso è in gravi condizioni fisiche e psicologiche, e temo che possa suicidarsi"
Quindicenne violentata dall'orco
ora la ragazza rischia 100 frustate

Centinaia di studenti hanno sfilato a Kabul per protestare contro la decisione di un imam della provincia orientale di Ghazni che ha imposto una pena di 100 frustate ad una ragazza di 15 anni "colpevole" di avere presumibilmente avuto una relazione sessuale con un uomo. Lo ha riferito l'agenzia Pajhwok. Durante il corteo, dove spiccavano slogan come "vogliamo giustizia" e "il silenzio è un crimine", i manifestanti, provenienti dalle università cittadine e da organizzazioni della società civile e per la difesa dei diritti umani, hanno perscorso le vie centrali della città chiedendo al governo di prendere posizione sulla vicenda. Alla marcia ha partecipato anche Shafiqa, la sorella della ragazza punita, che ha preso la parola per chiedere una punizione esemplare per il religioso intervenuto nella vicenda. La ragazza ha raccontato una versione diversa da quella dell'imam: "Mia sorella è stata imbrogliata e violentata da un sarto di nome Wahab. Adesso è in gravi condizioni fisiche e psicologiche, e temo che possa suicidarsi".

Afghanistan

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    27 Settembre 2012 - 12:12

    "un certo ministro profumo o meglio OLEZZO" volevi dire FETORE? queste quinte colonne sono pericolosissime.. ha fatto bene il norvegese .. gli immigrati si possono, volendo, rispedire ai loro paesi, ma i nemici interni vanno castigati.. magari in modo un po' meno hard.. che so? servizi sociali ai mussulmani, con diritto di cinghiate da parte degli immigrati, se i buonisti non lavoramo, calci in c.... almeno 10 al giorno, ecc..

    Report

    Rispondi

  • nw33

    26 Settembre 2012 - 13:01

    Vorrei ricordare a quei lettori che hanno contrapposto la religione cristiana con quella islamica, che ci sono solo alcuni anni di differenza, altrimenti sarebbero quasi simili. Insomma mi sento di dire che per persone diverse tutte le religioni sono quasi uguali.

    Report

    Rispondi

  • miseriaboia

    26 Settembre 2012 - 11:11

    questa nazione è sempre più nella confusione, ho una collana geografica di 40 anni fa dove l'Afganistan è rappresentato come un paese orientale che vuole entrare nel mondo occidentale, vi sono foto di donne vestite come le nostre e negozi di parucchiera e palestre, tutto ciò è finito molti anni fa purtroppo, quando la religione diventa il governo di un paese, per gli abitanti sono periodi neri, sarebbe uguale anche da noi se comandassero gli ecclesiastici, già vogliono mettere naso nella nostra politica.

    Report

    Rispondi

  • Barbadifrate

    26 Settembre 2012 - 11:11

    Tanto per completare la conoscenza delle religioni che il ministro Profumo vuole inserire nelle scuole, e che quelli della sinistra italiana auspicano di eliminare la conoscenza del cristianesimo scagliandosi contro il Papa che predica l'Amore e la fraternità, facciano conoscere anche che è ancora in uso la lapidazione delle donne, la crocifissione, il taglio della gola ai gay, l'impossibilità di essere indipendente per le donne, perché sottomesse al padre poi al marito e via di questo passo. In Italia stanno portando la cultura al livello più basso anziché elevare gli stranieri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog