Cerca

Attivista

Arrestata Yoani Sanchez, la blogger anti-Castro

Voleva organizzare uno show mediatico contro il processo a Carromero, accusato della morte dei dissidenti Payà e Cepero. Fermati anche il marito giornalista e altri militanti

Fermati anche il marito giornalista, Reinaldo Escobar, e altri militanti. Garcia Ginarte, un collega giornalista scrive su Twitter: "Stava per compiere azioni illegali"
Arrestata Yoani Sanchez, la blogger anti-Castro

La blogger cubana Yoani Sanchez, simbolo dell'opposizione al regime castrista, è stata rilasciata dopo trenta ore di custodia insieme al marito, il giornalista indipendente Reinaldo Escobar, e ad Agustin Lopez, giornalista e dissidente: lo ha annunciato lei stessa attraverso il proprio blog "Generacion Y", precisando che tutti e tre sono rientrati all’Avana, da dove avevano cercato di raggiungere in auto Bayamo, 670 chilometri a sud-est della capitale, per assistere al processo contro Angel Carronero, giovane politico centrista spagnolo, imputato per omicidio colposo in relazione alla morte degli oppositori Oswaldo Payà e Harold Cepero in seguito a un incidente stradale avvenuto lo scorso luglio.

Il piano - La Sanchez, che in Italia scrive per Internazionale, e la sua squadra, secondo quanto riferito dal sito Cuba Encuentro, volevano organizzare uno show mediatico. Il giornalista cubano Garcia Ginarte ha scritto su Twitter che la collega aveva in mente di compiere azioni illegali per disturbare il processo.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • thankspeter

    07 Ottobre 2012 - 09:09

    Anni fa chiusi il mio sito (con blog) onde smettere di minare la quiete familiare ed il già povero portafoglio. Io non organizzavo nulla, a parte qualche lista civica locale di scarso successo; per tutto il resto mi limitavo a commentare. Dopo questi ultimi eventi, forse potrei provare a CUBA.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    06 Ottobre 2012 - 12:12

    in occidente i comunisti dicono (per finta) che sono per la liberta' di stampa (ma in occidente) , quando loro sono al potere la cancellano subito, altro che liberta' di stampa. Regime , dittatura, leccaculo, repressione, miseria e negazione delle dignita' elementari. Bravi.

    Report

    Rispondi

blog