Cerca

La beffa

Breivik, il mostro di Oslo si lamenta:
in carcere violano i miei diritti umani

L'autore delle stragi di Oslo e Utoya, in cui persero la vita 77 persone, ha scritto una lettera alle autorità penitenziarie del suo Paese

Anders Breivik

Anders Breivik

Anders Behring Breivik, l'autore delle stragi di Oslo e Utoya in cui morirono 77 persone, ha scritto una lettera alle autorità penitenziarie del suo Paese per protestare contro il trattamento ricevuto in carcere parlando addirittura di una violazione dei suoi diritti umani.

La denuncia - Nella lettera, che risale ad alcune settimane fa, di cui ha dato notizia il giornale Vg citando il suo avvocato Tord Jordet, Breivik denuncia che l'esser stato completamente isolato stia violando la legge norvegese, la Convenzione Europea dei Diritti umani e la Convenzione contro la Tortura dell'Onu. Pur non trovandosi in regime di isolamento, il 33enne estremista norvegese è l'unico detenuto sottoposto a un regime di massima sicurezza nel carcere di Ila, a ovest di Oslo. 

La detenzione - Di fatto Breivik vive da 15 mesi completamente isolato e i suoi contatti con altre persone sono limitati a quei pochi minuti al giorno in cui vede i secondini. L'uomo rimane solo sia durante l'ora d'aria in cui può uscire in un patio, sia quando si trova nelle tre celle a sua disposizione. Breivik si è anche lamentato perché da mesi non può ricevere e spedire corrispondenza, cosa che gli impedirebbe di rivolgersi ai suoi seguaci in quella che considera "una privazione della sua libertà di espressione".

Oslo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • graziella

    11 Novembre 2012 - 21:09

    Muratelo vivo e passategli il cibo attraverso una botola, nessuna pietà per chi ha ucciso 77 persone , la maggior parte ragazzi. Il caffè freddo ? Poco burro ? Spero solo che l'inferno esista perché certi assassini se lo meritano senza nessuna attenuante, altro che violazione dei diritti umani, che passi il resto della sua vita a chiedere perdono a Dio e agli uomini.

    Report

    Rispondi

  • brutus

    09 Novembre 2012 - 21:09

    Poveraccio, si fà per dire, però se fosse di sinistra e niente niente progressista, vedreste le fiaccolate ed i girotondi di sostegno ! Battisti é stato condannato ed é libero, lui é stato condannato ed in galera. Da una parte: il compagno che sbaglia, dall'altra il bieco assassino. Beata sinistra.

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    09 Novembre 2012 - 20:08

    E quindi sarà il volto nuovo del PDL! Cosa aspetti? Vota! Strunz...

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    09 Novembre 2012 - 19:07

    Il diritto alla vita che ha tolto a tutte le sue vittime rientrava tra i diritti umani?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog