Cerca

Giochi nuovi

Arriva la bambola da allattare al seno
Scoppia la polemica negli Usa

Il bambolotto emette il suono di un neonato che succhia appena viene avvicinato al seno della "mamma"

Negli Stati Uniti i grandi magazzini si sono rifiutati di venderla: "Incita alla pederastria". Gli esperti invece sostengono che può aiutare i bambini ad affrontare la curiosità legata all'arrivo di fratelli più piccoli
Arriva la bambola da allattare al seno
Scoppia la polemica negli Usa

Giocare a "mamma e figlio" non è mai stato così realistico. Le bambine che si sono viste regalare "Bebè Glòton" possono addirittura allattare al seno. "Mettere la bambola in grembo. Avvicinare il bambino al fiore. Dopo l'allattamento al seno farlo ruttare. Dargli il suo ciuccio", c'è scritto sulle istruzioni del giocattolo che comprende, nella confezione, anche una t-shirt con due sensori a forma di fiore all'altezza del petto che quando si avvicina il bambolotto attiva un suono simile a quello dei bambini che succhiano. 

Il gioco, disponibile in otto versioni, con diversi colori della pelle e tratti del viso già in vendita in Usa a 89 dollari e in Spagna a 39,50 euro, secondo la società produttrice (la Berjuan Toys) avrebbe già ricevuto "un feedback molto positivo da parte di organizzazioni che promuovono l'allattamento al seno, da molte mamme e da molti educatori". Ma c'è chi dice no. Le grandi catene di giocattoli americane, per ora lo hanno rifiutato, e l'idea, sull'onda dell'anatema del commentatore politico Bill O'Reilly, ha acceso un duro dibattito. "Non abbiamo bisogno di cose del genere", ha detto il giornalista nella sua trasmissione su Fox News accusando la bambola di incitare alla pederastria. Di diverso avviso è Stevanne Auerbach, un'esperta dello sviluppo infantile. Secondo lei, come riporta Tgcom24, il gioco può aiutare i bambini ad affrontare la curiosità legata all'arrivo di fratelli più piccoli. Secondo Lewis, la "Bebè Glòton" è "molto meno sessuale" di Barbie o molte altre bambole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog