Cerca

Francesi permalosi

L'Economist attacca:
La Francia esploderà
e Hollande si infuria

Il settimanale britannico giudica fallimentare la politica del premier e in copertina titola: "Parigi è una bomba a orologeria pronta ad esplodere nel cuore dell'Europa"

Il governo transalpino è risentito e allora scredita la rivista. Ma il dubbio resta. Parigi è davvero un pericolo per l'economia europea?
L'Economist attacca:
La Francia esploderà
e Hollande si infuria

Non solo l'Italia, la Grecia, la Spagna e il Portogallo. L'Economist spara a zero sulla Francia di Francois Hollande e titola in un numero speciale: "Bomba a orologeria nel cuore d'Europa". Insomma i cugini stanno messi peggio di noi secondo il settimanale inglese. Ma a Hollande questa critica non va giù. E si infuria. Il settimanale mette in copertina una baguette farcita con un candelotto tricolore pronto ad esplodere. Ma ad esplodere è tutto il governo francese. Dure le reazioni. "La Francia non è il malato d'Europa, è la quinta potenza economica mondiale, che ha tutte le risorse e deve solo rilanciare la sua competitivita", ha dichiarato il ministro delle finanze Pierre Moscovici. Subito dopo a difendere la grandeur francese c'ha pensato il ministro dell'Industria, Arnaud Montebourg: "Onestamente The Economist non si è mai distinto per un particolare senso di sconfinata giustizia". Montebourg aggiunge va giù duro contro la rivista e la definisce il Charlie Hebdo della City riferendosi al giornale satirico francese più volte al centro della bufera per le sue copertine satiriche sull'Islam. Critico anche il premier Jean Marc Ayrault: "Stiamo parlando di un giornale che fa ricorso agli eccessi per vendere copie. La Francia non e' per niente impressionata". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldogam

    17 Novembre 2012 - 13:01

    Dopo aver messo le mani su Grecia, Spagna ed Italia ora la lobby finanziaria trilaterale inizia a dedicarsi alla Francia. Guarda caso la culona non commenta, è finito l'idillio a sorrisini con Sarkò, suo cagnolino da lecca, giustamente messo a riposo dai francesi.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    16 Novembre 2012 - 22:10

    Perchè i cari cugini transalpini non provano a ingoiare la stessa medicina che la Germania, con la loro silenziosa complicità, ci sta facendo ingoiare da mesi? Chissà come sarebbe ridotta oggi la nostra Marianna se invece di governare un Hollande governasse un Montì.

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    16 Novembre 2012 - 22:10

    ...quando colpiva l'Italia invece...in quel periodo in cui quel buffone di sarkozy rideva di noi con la merkel pareva un giornale ok? Eh francesini dei miei coglioni, iniziate ad assaggiare quanto amaro è il veleno che avete sempre dispensato agli altri! Se cadete in disgrazia voi, nessuno vi aiuterà, state sul culo al mondo intero. In realtà è vero che la francia è una bomba ad orologeria, hanno tanti di quei casini interni tra debito privato, condizioni reali della finanza interna, società francese ormai marcia e sul punto di implodere, in mano agli immigrati musulmani. E' bene che vadano in merda. Almeno gli passerà un po' di quel ghigno superbo.

    Report

    Rispondi

  • PippoCampania

    16 Novembre 2012 - 16:04

    benvenuti nel club dei paesi pigs o porci che dir si voglia.... Ecco, adesso Voi (Francia), noi (Italia) insieme a Grecia, Spagna e Portogallo mandiamo a fare in c....euro ed europa e facciamoci una bella unione con tutti i Paesi che si affacciano sul mare Mediterraneo. Perchè sono loro i prossimi potenziali consumatori, perchè sono loro i nuovi paesi emergenti e soprattutto perchè così ci togliamo dalle s..palle i "nordici" buoni solo ad affamarci per fare shopping delle nostre migliori imprese ed ingrassare i loro lerci banchieri!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog