Cerca

Alta tensione siriana

La Nato dice sì ai missili Patriot in Turchia. Ankara "ha diritto a difendersi"

La Turchia da tempo mal sopporta la vicina Damasco. I siriani hanno attaccato spesso i confini turchi. Ora Ankara ha ottenuto i missili per respingere l'offensiva di Assad

La Nato dice sì ai missili Patriot in Turchia. Ankara "ha diritto a difendersi"

La Turchia lo chiedeva da tempo. Ora è stata accontentata. Come previsto la Nato ha autorizzato il dispeigamento di batterie di sistemi di difesa antimissile Patriot in Turchia al confine con la Siria. Lo ha deciso il vertice dell’Alleanza Atlantica accogliendo la richiesta di Ankara, costretta più volte a rispondere a colpi sparati dalla Siria e caduti in Turchia. L’episodio più grave causò 5 morti ad Akcacale all’inizio di ottobre. I Patriot, di fabbricazione Usa, dovrebbero essere forniti da Germania e Olanda come avvenne nel 2003 in occasione dell’invasione in Iraq. Una soluzione che può garantire meglio i confini turchi ma che sembra un segnale alla Siria da parte della Nato. Gli Stati Uniti in sostanza armano la Turchia per cercare di piegare la resitenza di Damasco. Intanto in Siria la guerra civile continua ad insanguinare le strade. E il regime resta alò suo posto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ABU NAWAS

    07 Dicembre 2012 - 13:01

    che aspira a diventare il neo Califfo dell'Islam!!!Gli ingenui che in Italia hanno creduto alle favole delle "primavere arabe", si sveglino e non sprechino i soldi e le vite degli Italiani per portare al potere un'ennesimo movimento fondamentalista Islamica. Facciano un passo indietro e si dissocino dalla sciagurata decisione di attaccare la Siria con i Patriots cOncessi imprudentemente al guerrafondaio Erdogan!! Risparmierebbero all'Italia una possibile e legittima ritorsione chimica della Siria, della quale dovranno rendere conto al Popolo Italiano. Chi ci governa non ha ancora capito niente a cosa mirano le fuorvianti "primavere arabo", e quanto sta succedendo in Tunisia,Libia ed Egitto dovrebbe averli "illuminati", o ci vuole proprio un miracolo???

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    05 Dicembre 2012 - 19:07

    sono certo che le sparano i ribelli sobillati dagli u.s.a per dare la colpa ad Assad. Ormai gli u.s.a. sono al comando dell' abbronzato sunnita che vuole distruggere gli sciiti e prima di loro i Cristiani. BASTARDI !

    Report

    Rispondi

  • luigirusso

    05 Dicembre 2012 - 15:03

    cioè.se per caso arriva qualche bombetta sparata da chissà chi,la nato hà la scusa per spianare damasco come fece in libia e ix ex jugoslavia bombardando a tappeto città cristiane,per favorire l'avanzata islamica,la nato e l'onu sono ormai organi al servizio di amalek. caro direttore che succede a libero?,a parte i caposaldi storici come M.g Maglie e gli altri,molti giornalisti, stanno filoarabizzando il nostro giornale.

    Report

    Rispondi

  • luigirusso

    05 Dicembre 2012 - 15:03

    cioè.se per caso arriva qualche bombetta sparata da chissà chi,la nato hà la scusa per spianare damasco come fece in libia e ix ex jugoslavia bombardando a tappeto città cristiane,per favorire l'avanzata islamica,la nato e l'onu sono ormai organi al servizio di amalek. caro direttore che succede a libero?,a parte i caposaldi storici come M.g Maglie e gli altri,molti giornalisti, stanno filoarabizzando il nostro giornale.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog