Cerca

Strage nella scuola

Obama piange i bimbi della Sandy Hook
Ma non pronuncia mai la parola "arma"

Il presidente americano si è commosso mentre leggeva i nomi delle piccole vittime e dei loro insegnanti

Obama piange i bimbi della Sandy Hook
Ma non pronuncia mai la parola "arma"

 

Piange Barack Obama mentre, come un insegnante che fa l’appello prima di cominciare una lezione, chiama uno per uno i venti bambini trucidati due giorni fa a colpi di fucile dal ventenne Adam Lanza nella scuola elementare 'Sandy Hook' di Newtown, nel Connecticut, dove ha partecipato alla veglia funebre. "Charlotte, Daniel, Olivia, Josephine, Ana, Dylan, Madeline, Catherine, Chase, Jesse, James, Grace, Emilie, Jack, Noah, Caroline, Jessica, Benjamin, Avielle, Allison". Li ha chiamati tutti per nome il presidente americano, visibilmente turbato mentre la folla singhiozzava. Poi è stata la volta dei sei tra insegnanti e impiegati che sono morti nel tentativo di fermare il killer: "Dawn Hocksprung e Mary Sherlach, Vicki Soto, Lauren Russeau, Rachel Davino e Anne Marie Murphy", li ha ricordati Obama. "Hanno risposto come tutti noi auspichiamo di rispondere in circostanze così terrificanti, con coraggio e con amore, offrendo le proprie vite per proteggere i bambini affidati loro".

Per la quarta volta da quando occupa la Casa Bianca, Obama è stato costretto a partecipare a una cerimonia in suffragio delle vittime di un massacro a colpi di arma da fuoco. "Non possiamo più tollerarlo", ha puntualizzato. "Non possiamo più accettare simili tragedie come se fossero un’abitudine. Noi, in quanto Nazione, ci troviamo davanti ad alcune domande cui rispondere è difficile. Tragedie del genere debbono finire, e affinchè finiscano", ha sottolineato, "noi dobbiamo cambiare". Nemmeno una volta durante il suo intervento, però, il presidente Usa ha osato pronunciare la parola "arma".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo196

    17 Dicembre 2012 - 18:06

    un presidente degli stati uniti che piange ? davvero incredibile . povera america

    Report

    Rispondi

  • taxpayer

    17 Dicembre 2012 - 13:01

    La furia omicida gratuita e'il vero problema, una furia che avrebbe trovato anche altri mezzi a portata di tutti per compiere una strage. E' ben vero che si tratta di un caso in una popolazione di 200 milioni, ma e' senza dubbio la punta di un iceberg. Quanti vivono in uno stato di odio crescente contro la societa' e perche'? Questo e' il quesito da risolvere.

    Report

    Rispondi

  • eovero

    17 Dicembre 2012 - 13:01

    per la campagna elettorale Obama è un grande istrione, sa farsi votare,ma per governare l'America è poca cosa. vorrei vedere in caso di scontro (guerra) contro i musulmani, come si comporterebbe....

    Report

    Rispondi

  • Silviob2

    17 Dicembre 2012 - 11:11

    Se continuate a vendere armi da guerra ai cittadini, prima o poi le utilizzano. Obama non deve ricandidarsi, può anche fare uno sgarbo alla lobby degli armaioli: vieti il possesso di armi da guerra e introduca il porto giustificato di armi.

    Report

    Rispondi

blog