Cerca

Krauti al veleno

Attacco alla Cancelliera: "La Merkel è come Hitler"

Un attacco duro che ha creato problemi a Frau Merkel. L'accusa viene dal presidente delle Casse mediche federali, Andreas Koehler. In Germania è polemica

Imbarazzo in Cancelleria per le parole dure contro la Merkel. Koehler ha poi ritrattato, ma la polemica non è finita
Angela Merkel

Angela Merkel

La Cancelliera Angela Merkel e la sua voglia di dominare l'Europa cominciano ad essere di peso anche per i tedeschi. Al punto che in Germania Frau Merkel è sempre più al centro di paragoni un pò scivolosi. L'ultimo la vede al fianco di Adolf Hitler. Insomma la Cancelliera "è come il Fuhrer". Un paragone che ha innescato le polemiche di fuoco a Berlino. Protagonista dello spiacevole disguido è Andreas Koehler, numero uno dell’associazione federale delle Casse mediche tedesche. In un discorso per la festa di Natale, Koehler ha dichiarato: "Giulio Cesare, Carlo Magno, Napoleone, Adolf Hitler, Angela Merkel, la lista dei leader di Stato che hanno tentato di unire l’Europa è lunga". Ad ascoltare il discorso non erano in pochi. Una platea di circa 300 persone. Koehler ha poi agginto: "Sempre gli sforzi sono falliti subito dopo. nessuno può immaginare di vivere insieme in una stessa casa europea". La Cancelliera non l'ha presa bene e ha chiesto una rettifica. Koehler ha fatto marcia indietro, rammaricandosi del fatto che la sua "ironia non sia stata capita da tutti". Ma non è bastato per evitare una serie di attacchi contro di lui. "Non so se avesse bevuto troppo vin brulè, prima di tenere questo discorso antistorico, antieuropeo", ha detto l’esperto per la sanità della Linke Harald Weinberg. Per il collega dell’SPD Karl Lauterbach si è trattato di un momento di "mancanza di gusto e di un paragone idiota". Insomma la politica si schiera con la Cancelliera e attacca il dirigente. Ma il mal di pancia a Berlino per l'egemonia tedesca della Merkel in Europa comincia a venire fuori. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fortaleza

    22 Giugno 2014 - 15:03

    55anni fa, quando ne avevo 16, scrissi in um tema in classe di italiano, che ero contrario a un'Europa unita perche' l' identita' italiana che gia' non era cosi' compatta, si sarebbe sfracellata. E le consequenze si vedono adesso. sin quando vi sara' una egemonia politica e economica di un solo paese, attualmente la Germania, vi sara' sempre discordia e sopprusi sopra i paesi piu' deboli.

    Report

    Rispondi

  • alvara

    20 Dicembre 2012 - 21:09

    premesso che i tedeschi non cambieranno mai occorre dire una cosa sulla merkel. a differenza di quelli dell'ovest che, bene o male, hanno fatto un bagnetto di democrazia dal 1945 quelli dell'est, come lei, hanno vissuto altri 25 anni in un regime uguale a quello nazista. la merkel è una nazicomunista per dna assorbito in gioventù. non può cambiare.

    Report

    Rispondi

  • Fabius Maximus

    20 Dicembre 2012 - 16:04

    dovrebbe allietarsi per il paragone (assai ridicolo )con Cesare, Napoleone e CarloMagno.Tuttavia tutti i personaggi citati (compreso Hitler) hanno cercato di unire l'Europa per usarla e non c'è dubbio che la Germania della Merkel ha rotto tutti gli argini della decenza nell'uso dell'Europa per scopi economici ed elettorali interni e calpestando altrui democrazie. Mors tua ,vita mea.

    Report

    Rispondi

blog