Cerca

Sol calante

Giappone in crisi
Con Abe la destra
torna al governo

Il leader del partito liberal-democratico rieletto primo ministro dopo il biennio 2006-2007. Dopo sisma e incidente nucleare la sinistra non aveva mantenuto gli impegni

Giappone in crisi
Con Abe la destra
torna al governo

Shinzo Abe e' stato eletto primo ministro del Giappone dalla maggioranza dei deputati, dieci giorni dopo la schiacciante vittoria del partito liberal-democratico (Pld, destra) alle elezioni anticipate. Abe, 58 anni, ha ottenuto 328 voti su 478, tornando cosi' per la seconda volta alla guida del Paese, dopo il biennio 2006-2007, ma stavolta in una fase di crisi economica e deterioramento delle relazioni diplomatiche, in particolare con la Cina. Al Senato Abe ha ottenuto 107 voti su 234. A sfidarlo, ma senza grandi chance, il presidente del partito Democratico del Giappone (Pdj) Banri Kaieda e l'ex governatore di Tokyo Shintaro Ishihara, ora leader del partito della Restaurazione. La squadra di governo sara' annunciata in giornata, e Abe assumera' l'incarico dopo la nomina ufficiale da parte dell'imperatore Akihito. Dopo tre anni passati all'opposizione, il Pld ha ritrovato i favori dell'elettorato deluso dai Democratici (centro-sinistra) che avevano fatto molte promesse senza poi realizzare quasi nulla degli impegni presi, e senza riuscire a ridare fiducia alla popolazione dopo il sisma e l'incidente nucleare di marzo 2011. Abe ha promesso di correggere gli errori dei tre premier del Pdj che si sono susseguiti negli ultimi tre anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kIOWA

    26 Dicembre 2012 - 12:12

    un esempio da seguire anche in Italia.

    Report

    Rispondi

blog