Cerca

Codice rosso

Venezuela, il presidente Chavez è grave.
i medici: "Non riesce a respirare da solo"

Il presidente è malato da tempo. La situazione ora appare gravissima. Ha insufficienza respiratoria. Si prepara la sua successione

Dopo il voto che gli ha dato un secondo mandato, Chavez è scomparso dalle tv e dai media. E' malato e rischia di morire
Venezuela, il presidente Chavez è grave.
i medici: "Non riesce a respirare da solo"

Il presidente venezuelano Hugo Chavez è molto malato. E' affetto da insufficienza respitatoria per una "grave" infezione polmonare contratta dopo il suo quarto intervento chirurgico l’11 dicembre scorso. Il nuovo bollettino medico parla chiaro, per Chavez ci sono poche speranze. A darne notizia è stato il ministrotro per l'Informazione, Ernesto Villegas, in una breve apparizione televisiba durante la quale ha accusato i media internazionale di condurre "una guerra psicologica" per destabilizzare il Venezuela con notizie allarmanti riguardo alla salute di Chavez. Villegas non ha negato però le difficili condizioni di salute del presidente: "Le complicazioni derivanti dalla grave infezione polmonare che ha provocato un’insufficienza respiratoria che richiede che vengano seguiti in modo rigido i trattamenti". Il governo, ha aggiunto il ministro, mantiene la massima  fiducia nel team di medici cubani che stanno curando Chavez. Poi l’attacco al presunto complotto: "Il governo avverte il   popolo del fatto che è in corso una guerra psicologica attraverso i   media internazionale con l’obiettivo ultimo di destabilizzare la   repubblica bolivariana del Venezuela, disconoscere la volontà   popolare espressa con le elezioni del 7 ottobre che sono state vinte da Chavez".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    04 Gennaio 2013 - 11:11

    il cancro del Venezuela e´al capolinea... spero che si porti dietro Lula, Dilma, Monti, e compagni,,,, povero paese ricco per pochi , povero per molti, la storia cattocomunista non ha limiti. se esite un inferno a lui le chiavi

    Report

    Rispondi

blog