Cerca

Volevano colpire New York

Presi quattro terroristi

Volevano colpire New York
L'Fbi ha arrestato quattro terroristi negli Stati Uniti tendendo loro una trappola. Gli uomini, considerati un gruppo "fai da te" indipendente dalle grandi organizzazioni terroristiche, avevano intenzione di colpire due sinagoghe di New York, nel quartiere del Bronx, con delle cariche esplosive al plastico e abbattere un aereo militare usando un missile portatile Stinger. Solo che le armi ricevute in dotazione erano inoffensive, perché il venditore entrato in contatto coi sovversivi era un agente Fbi sotto copertura. Tutto era cominciato grazie a un informatore anonimo che mandò questo messaggio all'agenzia: «Ci sono quattro persone che frequentano la moschea di Newburg - 60 miglia a nord di New York - che vogliono dell’esplosivo. Esprimono rabbia per la presenza dei soldati Usa in Afghanistan e parlano di fare "qualcosa in America"». I sospetti sono tutti cittadini afro-americani. Il presunto capo si chiama James Cromitie, ha precedenti penali e sostiene di essere legato al gruppo jihadista Jaish Mohammed, attivo in Pakistan. I suoi complici sono ex detenuti convertiti all’Islam: tra loro anche la moglie di Cromitie. Dopo l'acquisto delle armi inerti l'Fbi ha pedinato gli uomini e li ha arrestati dopo averli filmati mentre piazzavano l'esplosivo C4 sotto una vettura parcheggiata all'esterno della sinagoga di Riverdale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    21 Maggio 2009 - 16:04

    Più che terroristi sono islamici, anzi tutto e prima di tutto, sarebbe questo che i media dovrebbero chiarire alla gente. Parlare di terroristi fa pensare solo che siano dei gruppuscoli senza alcun legame con ciò che li spinge a compiere queste azioni. E'la loro "religione" che gli detta di fare guerra nei territori che non sono sotto il controllo islamico. Anche se non tutti gli islamici perseguono fattivamente queste azioni, non solo sarebbero pronti a farlo se un domani gli dovesse girare, ma nessuno di loro disapprova minimamente quello che i terroristi combinano. Una società può combattere singoli individui, ma è del tutto inerme contro un'altra collettività nemica con questi mezzi limitati.

    Report

    Rispondi

blog