Cerca

Esteri

Crimea, Putin ha firmato l'indipendenza

Crimea, Putin ha firmato l'indipendenza

"Nel cuore e nella coscienza dei popoli la Crimea è sempre stata parte inscindibile dalla Russia". Lo ha detto il capo del Cremlino, Vladimr Putin, intervenendo davanti ai membri della Duma e del Consiglio della Federazione riuniti in seduta congiunta, insieme agli 83 governatori della Russia. Il presidente russo ha approvato oggi - 18 marzo - la bozza che prevede l'annessione della Crimea alla Russia, facendo un ulteriore passo avanti verso l'avvicinamento delle due nazioni. Quando all'inizio del suo intervento Putin ha chiesto un applauso per la Crimea, tra tutti i deputati, senatori e governatori presenti è esplosa una ovazione. Il capo del Cremlino ha poi ribadito che il referendum di domenica in Crimea si è svolto secondo procedure democratiche e nel rispetto del diritto internazionale.

Fuori dal G8 - Il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius ha confermato in un'intervista all'emittente radiofonica Europe-1 la decisione di sospendere la Russia dall'assemblea del G8. "Per quanto riguarda il G8 come gruppo politico per il dialogo congiunto di tutti i grandi Paesi, abbiamo deciso di sospendere la partecipazione della Russia, ci sarà un incontro di sette paesi, senza la Russia”, ha affermato Fabius.  


Periodo di assestamento - Intanto la regione autonoma della Crimea intende rinunciare alla grivnia, la moneta dell’Ucraina, già in aprile. Mentre ieri si pensava che la moneta potesse convivere con il rublo fino al 2016, oggi c'è stata un'inversione di rotta e il vice premier della Crimea, Rustam Temirgaliye ha dichiarato: "Sfortunatamente ritengo che una circolazione parallela del rublo e della grivnia non funzionerebbe. Noi aderiamo al rublo". Intanto il quotidiano economico RbcDaily rende noto che Il costo dell’assistenza economica russa alla Crimea sarà di 3 miliardi di dollari l’anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Uchianghier

    Uchianghier

    19 Marzo 2014 - 12:12

    Ma se il BOSS, inavvertitamente, abbassa la pressione del gas sai quanti leccapile europei si prostreranno davanti a Putin?

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    18 Marzo 2014 - 20:08

    Per me Putin ha ragione, aggiungerei che ci sono state libere votazioni del popolo e quasi il 100% del popolo si sono espressi di tornare alla madre patria Russa, poi gli USA che cavolo vanno trovando? che ogni qualvolta c'è da prendere comincia a istigare i popoli come la NATO, l'UE ecc e specialmente anche l'Ucraina e dei factotum che sono stati foraggiati a istigare il popolo dell'Ucraina.

    Report

    Rispondi

  • morello

    18 Marzo 2014 - 19:07

    Molti commenti di lettori su vari giornali dovrebbero indurre Libero ad uscire con un titolo provocatorio rivolto in particolare ad Americani ,Inglesi e Francesi : del tipo: " Gli Italiani danno ragione a Putin "

    Report

    Rispondi

    • the_illinois_enema_bandit

      28 Febbraio 2015 - 19:07

      io proprio no! parla per te. Studia la Storia, pezzo di ignorante. E forse capirai che questa è una classica aggressione. Forse ... ma dubito.

      Report

      Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    18 Marzo 2014 - 18:06

    Il popolo è sovrano. Il 97% dei votanti in Crimea ha votato tramite il referendum che vogliono tornare ad essere parte del territorio della Russia. Chi non capisce o accetta questo risultato è in mala fede o non è democratico. W Putin e W la Russia.

    Report

    Rispondi

    • civitella

      12 Marzo 2015 - 17:05

      bravo! la penso come te!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog