Cerca

Il secondo turno

Francia, ballottaggi amministrative: avanti la destra di Marine Le Pen

Francia, ballottaggi amministrative: avanti la destra di Marine Le Pen

Ancora una vittoria per Marine Le Pen. Il ballottaggio delle elezioni amministrative francesi sancisce una nuova pesante sconfitta elettorale per il partito socialista del presidente François Hollande e segna una nuova progressione della destra dell’Ump e un consolidamento dell’estrema destra di Marine Le Pen. Insomma, l’onda euroscettica e populista prosegue la sua corsa.  Nonostante i dati delle amministrative proiettino infatti Fn al 7% su base nazionale, in vista delle Europee di maggio questa cifra potrebbe anche triplicare.

Hollande salva solo Parigi - Il partito socialista salva Parigi, dove i primi exit poll danno Anne Hidalgo vincente su Nathalie Kosciusko-Morizet dell’Ump con il 54,5%, ma registrano la sconfitta in almeno 15 città importanti, cioè: Saint-Étienne, Nimes, Nevers, Pau, Perpignan, Fécamp, Reims, Quimper, Limoges, Roubaix, Angers, Belfort, Anglet, La Rochelle e Brive-la-Gaillarde. Secondo quanto riporta Le Figaro, invece, Strasburgo - la meno euroscettica delle città francesi - è salva: il socialista Roland Ries, grazie a un’alleanza con i Verdi, sarebbe riuscito ad arginare la sfidante dell’Ump, Fabienne Keller, che al primo turno era arrivata prima, conservando la poltrona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    31 Marzo 2014 - 12:12

    In Francia si sono svegliati. In Italia alle prossime elezioni europee vedremo se gli italiani crederanno ancora a babbo natale . alla befana ed ai politici nostrani dalle facili promesse mai mantenute.

    Report

    Rispondi

  • filder

    31 Marzo 2014 - 12:12

    avanti così e prima o poi i germanocentrici hanno le ore contate,ma fino ad allora chisà quanti boccali di birra avrà ingoiato la Merkel:e noi paghiamo!

    Report

    Rispondi

  • arwen

    31 Marzo 2014 - 11:11

    E cosa si aspettavano gli eroi dell'europa (con la e minuscola)? Il sogno dell'unificazione europea si è infranto, non si unificano i popoli schiacciandoli come rane sotto al carretto, ma dando loro speranza, benessere, cultura, libertà e una chiara visione del loro futuro. Il nostro futuro è quello di diventare il gulag d'europa, schiacciato e sottomesso alla Germania, affascinante!

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    31 Marzo 2014 - 08:08

    MI auguro che alle prossime elezioni europee gli italiani non siano meschini e bigotto come al solito. Se non dimostriamo ora quello che vogliamo sia un grande popolo di merda. Dobbiamo tassativamente punire la classe politica italiana. Ora faranno solo promesse e dopo quando avranno la sedia son cazzi nostri. Italiani sveglia perché i politici italiani sono solo dei falliti incapaci.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog