Cerca

Stop ai tabù

Inghilterra, nasce la prima rivista scientifica sul porno

Inghilterra, nasce la prima rivista scientifica sul porno

È nata in Inghilterra una nuova rivista pornografica. Non sarebbe una novità se non fosse che questa rivista è stata fondata da due due giovani sociologhe inglesi - Feona Attwood, professoressa della School of Media and Performing Arts della Middlesex University, e Clarissa Smith, ricercatrice della Faculty of Arts, Design and Media della Sunderland University - che hanno deciso di affrontare il tema della pornografia dal punto di vista scientifico. La rivista si chiamerà Porn Studies e presenterà "un'analisi approfondita dal punto di vista storico estetico - afferma la professoressa Attwood in un'intervista a Repubblica - e del suo ruolo e significato sociale nella cultura contemporanea". Secondo le statistiche i siti pornografici sono i più cliccati sul web, quindi "non era possibile che l'accademia continuasse a ignorare un tale fenomeno di massa", continua la docente.

Fenomeno complesso - L'idea delle due professoresse ha già ottenuto moltissime attenzioni in campo accademico, che hanno portato a decine di "richieste di interviste e articoli ancora prima che la rivista uscisse". Il tema trattato, certo, ha aiutato ad attirare l'attenzione del pubblico. Ma in cosa consisterà la rivista? "Non abbiamo una linea - continua la docente -. Non vogliamo essere né antagonistici né celebrativi nei confronti della pornografia. Ci limitiamo a notare che non esiste "un porno", ce ne sono tanti: quello professionale girato a Hollywood, quello amatoriale prodotto da dilettanti in camera da letto, il porno femminista, il porno gay, il porno etnico, il porno artistico e così via. Proprio per questo diciamo che è un fenomeno complesso e va studiato senza preconcetti ".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog