Cerca

Ferie reali

William e Kate, la cronaca delle surreali vacanze in Nuova Zelanda

William e Kate

L'avevano forse studiato a tavolino, William e Kate, l'ormai celeberrimo viaggio in Nuova Zelanda, forse con la regia di nonna regina Elisabetta, che domani compie 88 anni. Perché non ripetere l'itinerario ufficiale che trent'anni fa aveva compiuto Carlo, principe di Galles, con la moglie Diana, e il principino William, allora di nove mesi? Contavano tutti sull'ulteriore crescita dei consensi verso la giovane coppia, e sul fatto che Kate ha ben chiara la lezione: non ripetere gli errori della compianta suocera, non fare la ribelle se non con qualche guizzo di giovanilista fantasia. Kate lo sa da sempre, è più furba di Diana agli esordi, glielo aveva detto la mamma dai tempi di scuola, quando si era iscritta alla stessa Università del principe, che bisognava giocare con abile pazienza.

Ma con il viaggio neozelandese qualcosa e qualcuno ha sbandato, verso il ridicolo. Va bene che nella famiglia Windsor il grottesco non è mai mancato, si va dalle predilette barzellette a sfondo sessuale del principe consorte Filippo d'Edimburgo (supera Berlusconi), alle piume da pellerossa che indossò il principe Carlo, alle bevute della scomparsa principessa Margaret, ai cappelli allucinanti delle figlie del principe Andrea, ai nudi pubblici del principe Harry. Ma ora sono i duchi di Cambridge a deragliare, rivediamoli: appena scesa dalla scaletta dell' aereo, intrepida sui tacchi (dodici? Con quelli è salita persino a bordo di un caccia) Kate sorrideva soave e vincente, di rosso fiamma vestita, cappellino coordinato, mentre letteralmente brandiva esibendolo il robusto principino.

Ma un colpo di vento le alza il soprabito, rivelando assai del panorama sottostante. È la seconda volta che accade, la regina Elisabetta si era molto seccata già alla prima occasione. Commenti in rete che la dicono lunga: «Kate è l'unica principessa che mostra sempre le cosce!Mai vista un'altra. Mi sa che ci gode…».E ancora: «Ma non poteva farlo tenere dal marito, il principino?». Subito dopo eccola puntare lo sguardo, verso un guerriero Maori (seguirà strofinata di naso nel tipico saluto locale), sull'attenti davanti a lei. Visto da dietro, il tipo mostrava sostanziose chiappe nude,muscolose e tatuate, chissà qual è il particolare (sul davanti), che attrae lo sguardo divertito della nobildonna. Un settimanale di gossip ha lanciato la provocazione, scrivendo più o meno che se il lato A dell'indigeno corrispondeva al lato B, William aveva tutte le ragioni per diventare geloso.

A seguire, onde non incorrere in ulteriori refoli di vento, Kate ha indossato un tubino giallo, ragion per cui William ha commentato «sembri una banana», e lei di rimando lo ha invitato a prendere in considerazione il folto e ricciuto mantello di una pecora per rimediare alla calvizie. Non è mancato lo show con il regista Peter Jackson, signore degli anelli e del popolo hobbit, gloria locale. Viene da chiedersi: solo involontarie cadute di stile? Di colpo sovviene l'ultimo gossip di corte: Kate non gradirebbe affatto il fidanzamento del cognato, il principe Harry, con la bionda e bella Cressida Bonas, 24 anni, una tipa scatenata. Insomma non si ripeterebbe fra le due il feeling che legò Diana alla cognata Sarah Ferguson, duchessa di York, allora moglie del principe Andrea, insieme ne combinavano di tutti i colori. Gelosia di immagine? Forse,ma anche il timore di veder arrivare a corte, con Cressida, la sua sorellastra, Isabella Anstruther-Gough- Calthorpe, anche lei bellissima, già fidanzata temporanea di William, pazzo di lei, nel periodo in cui si era temporaneamente lasciato con Kate.

E ci vien da pensare che certe battute fra i coniugi riflettono universali battibecchi di coppia, e che l'esibizionismo calcato di Kate sia quello di una moglie "in allerta". Che vuole restare protagonista assoluta. Tanto che, tornando alla nuova Zelanda, Kate non si è sottratta a una prova di rafting, venticinque minuti mozzafiato, a bordo di una jet boat lungo il fiume Shotover, fra canyon e rapide da togliere il fiato. E ha persino sfidato il marito in un match race, gara velica con imbarcazioni alla pari. Sport tosti che perlomeno smentiscono di sicuro le voci di una seconda gravidanza,ma alimentano l'idea di una continua sfida fra i due. Si suppone che almeno in queste occasioni, Kate abbia rinunciato ai tacchi. Indossati (zeppe di corda), persino per fare jogging sulla spiaggia, pesanti le critiche in patria. Immaginate la tortura di correre con la sabbia che sfrega fra le dita… Ma che cosa non si fa, pur di non sfigurare mai in altezza nei confronti del marito?

di Bruna Magi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog