Cerca

Il militari prigionieri in India

Marò, la Mogherini: "Scatta una fase nuova"

Marò, la Mogherini: "Scatta una fase nuova"

L’Italia avvia la fase dell’internazionalizzazione del caso dei due marò detenuti in India da oltre due anni. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Federica Mogherini, parlando davanti all’ufficio della presidenza delle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato. “Il 18 aprile scorso abbiamo inviato una nota verbale alle autorità indiane, chiedendo l’avvio di uno scambio di vedute sul merito della disputa e sul ritorno dei marò in Italia - ha detto la titolare della Farnesina - Nel caso in cui non si raggiuingesse in tempi ragionevoli per questa via una soluzione accettabile, si provvederà al ricorso a strumenti internazionali di risoluzione delle dispute in base alle norme del diritto internazionale”.

Nella nota verbale inviata la settimana scorsa, la quinta in due mesi, si riconferma "il richiamo al principio dell’immunità funzionale ed al diritto internazionale", ha spiegato ancora la Mogherini, ricordando come dopo due anni “ci siano ancora divergenze su chi abbia la giurisdizione” sul caso. Con l’invio della nota, ha sottolineato il ministro, "si apre una fase nuova, che esaurisce la fase in cui ha operato Staffan De Mistura, che voglio ringraziare a nome del governo per la dedizione e l’instancabile impegno con cui cui ha seguito la vicenda". Ora, questa fase nuova "necessita di nuove figure e stiamo definendo la composizione di un collegio di esperti, sotto la guida di un coordinatore", ha detto il ministro, annunciando poi che per seguire questo nuovo percorso, "ed alla luce della fase che si apre in India con le elezioni, abbiamo deciso di far rientrare a Delhi l’ambasciatore Daniele Mancini, che era stato richiamato dal precedente governo" e la cui presenza a Roma "in queste settimane ho trovato personalmente molto utile per il contributo che ha dato, ma ora è utile che torni in India".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    03 Giugno 2014 - 17:05

    Ma cosa volete che gliene freghi dei Marò a un tipo come Casini. Questo si preoccupa di portarsi a casa 20'000 Euro al mese , godere di tutti i benefici immaginabili ...e che si arrangino...sono cazzi degli altri. Questo sono i politici come lui. E ce ne sono tantissimi. Andrebbero bruciati in piazza come ai tempi delle sacre inquisizioni.

    Report

    Rispondi

  • afadri

    03 Giugno 2014 - 17:05

    ...ma come si ringrazia De Mistura e poi viene silurato. Non sanno più da che parte prendere.! Questo è il livello della politica italiana, tutta dedita a rubare e a farsi i propri interessi... anziché quelli dei cittadini onesti.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    25 Aprile 2014 - 11:11

    e meno male che il senatore a vita esterofilo ha aumento il prestgio internazionale del'Italia!

    Report

    Rispondi

  • etano

    25 Aprile 2014 - 09:09

    La soluzione ci sarebbe ma i compagni al governo essendo dei pavidi non la prendono nemmeno in considerazione. Se fossimo una nazione che si fa rispettare invieremmo un aereo dell'aeronautica militare a Delhi per far imbarcare i nostri compatrioti minacciando azioni pesantissime anche contro indiani che vivono in Italia. Legittima difesa.

    Report

    Rispondi

    • arwen

      25 Aprile 2014 - 12:12

      Permettimi, ma la tua premessa è debole. Se fossimo una nazione che si fa rispetare, tutto questo film comico di terza categoria non sarebbe mai andato in onda.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog