Cerca

Il voto

Svizzera, referendum per il salario minimo più alto al mondo rischia di non passare: ecco il perchè

Svizzera, referendum per il salario minimo più alto al mondo rischia di non passare: ecco il perchè

Un referendum sul salario minimo, che se venisse accettato sarebbe il più alto del pianeta. La confederazione elvetica è chiamata alle urne domenica 18 maggio per approvare o bocciare l'introduzione della paga minima per ora. Questi, infatti, dovranno pronunciarsi su un referendum promosso dai sindacati in favore dell'introduzione di un minimo l'ora fissato a 22 franchi pari a 18 euro (superiore agli 8 euro previsti nella vicina Germania o i 9,5 euro della Francia) e a quasi 4mila franchi al mese o 3.250 euro.

Perchè rischia di saltare - L'iniziativa è resa possibile dalla raccolta di 100mila firme nei 26 cantoni, ma l'esito è tutt'altro che scontato. Negli ultimi sondaggi e al termine di un'accesa campagna, i contrari risultano in forte crescita al 64%, mentre i favorevoli sono il 30% e gli indecisi il 6%. Il motivo del contrasto da parte della popolazione sta nel fatto che in Svizzera, tra i Paesi più ricchi ma anche più cari al mondo, non esiste un salario minimo nazionale e le retribuzioni sono concordate individualmente o collettivamente. I negoziati collettivi avvengono tra le parti sociali per un intero settore o per singole aziende.

Gli altri referendum, tra pedofili e nuovi aerei per esercito - Sempre domenica, gli svizzeri sono chiamati ad esprimersi anche su altri due referendum: Il primo riguarda "affinché i pedofili non lavorino più con i fanciulli", che chiede che ogni persona condannata per atti di pedofilia sia definitivamente privata del diritto di esercitare un'attività professionale a contatto con minorenni. Il secondo invece riguarda un referendum contro l'acquisto di 22 nuovi aerei da combattimento per l'esercito. Stando ai sondaggi, l’iniziativa per "allontanare i pedofili" dovrebbe essere accolta, mentre appare incerto l'esito del referendum contro la Legge federale sul fondo per l'acquisto dell'aereo da combattimento Gripen.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cadlonia

    17 Maggio 2014 - 11:11

    Cosa volete...!!!! Abbiamo anche noi in Svizzera la nostra sinistra imbecille.....pero' il popolo svizzero sorveglia a tutte queste cazzate e vota con lungimiranza!!!! Oramai la sinistra deve essere estirpata con le buone o con le cattive in tutte le nazioni del mondo. Una rovina per l'umanità!!!!

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    16 Maggio 2014 - 16:04

    Letteralmente una follia. Per conoscenza diretta del reddito minimo che le normative Svizzere impongono ai residenti stranieri: il minimo per avere diritto ad un permesso di soggiorno è 3000 franchi al mese. Con quasi 4000 franchi agli Svizzeri si innescherebbe una spirale di inflazione che equivarrebbe ad espellere molti degli attuali residenti fuggiti dall'Italia per la persecuzione fiscale.

    Report

    Rispondi

blog