Cerca

Bufera francese

Sarkozy rilasciato dopo 15 ore di interrogatorio. Ma rischia fino a 10 anni di carcere

Sarkozy rilasciato dopo 15 ore di interrogatorio. Ma rischia fino a 10 anni di carcere

L’ex presidente francese Nicolas Sarkozy è indagato dalla notte scorsa per corruzione, violazione del segreto professionale e traffico di influenza. Sarkozy è sospettato di aver tentato di ottenere informazioni confidenziali su un’inchiesta di cui era oggetto. L'ex presidente è stato rilasciato in piena notte dallo stato di fermo dopo 15 ore di interrogatorio.

Dopo l'interrogatorio, Sarkozy, è stato portato dagli uffici della polizia di Nanterre, dove era dalle 8 del mattino di ieri, a quelli del pool finanziario di Parigi. Rischia fino a 10 anni di carcere e i vertici dell’UMP, il suo partito, hanno smesso di difenderlo. Con lui sono indagati anche l’avvocato Thierry Herzog e il magistrato Gilbert Azibert. Quest’ultimo sarebbe stato corrotto da Sarkozy, che gli avrebbe promesso il posto desiderato nel Principato di Monaco in cambio di preziose informazioni sull’andamento dei suoi affari giudiziari in Cassazione. E' stato rilasciato invece un avvocato generale della Corte di Cassazione, Patrick Sassoust.

La posizione del prersidente Hollande - Per Nicolas Sarkozy deve valere la "presunzione d’innocenza" come per chiunque altro: lo ha ribadito il presidente francese, Francois Hollande, nel corso di una riunione di gabinetto. Secondo quanto riferito dal portavoce del governo, Stephane Le Foll, il capo dell’Eliseo ha insistito sulla "presunzione d’innocenza" e "l’indipendenza della giustizia" rispetto al caso giudiziario che vede coinvolto l’ex presidente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 03 Luglio 2014 - 07:07

    Il cervo a primavera "U", può sempre bombardare UMANITARIAMENTE la procura Francese, rea di capire dove cazzo son finiti i 50 milioni del Rais, Gheddafi, il beduino "bombardato e fatto fuori UMANITARIAMENTE, perché tacesse e perché cos'i cambiare il gestore alla pompa Libica, da ENI a ELF, (cos'ì se rieletto avrebbe preteso le royalty, che volete le CORNA DANNO ALLA TESTA, chissà se ride ancora

    Report

    Rispondi

  • attualità

    02 Luglio 2014 - 19:07

    Adesso si vedra' il bene che' la Carla' vuole a questo ranoxxxo e cosa gli piaceva .

    Report

    Rispondi

  • ramadan

    02 Luglio 2014 - 19:07

    che differenza tra francia e italia. berlusconi è libero e impunito questo invece....... qui si vede la civiltà di un paese.

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    02 Luglio 2014 - 15:03

    E dove te lo metti quel sorrisino ebete, complice con Miss Merkel ? Auguri Sarko..... Ride bene chi ride ultimo dicevano i vecchi .........

    Report

    Rispondi

blog