Cerca

Sesso e dolore

"Li abbiamo trovati aggrovigliati sul letto, credevamo fossero morti"

"Li abbiamo trovati aggrovigliati sul letto, credevamo fossero morti"

Accade a Bulawayo, città dello Zimbabwe, dove due poveri sposini, Cain Chamhuze, 24 anni e Vongai Nhopi, 19 anni, intendevano divertirsi tutta notte sperimentando assurde posizioni da kamasutra e che invece sono finiti per rimanere incastrati in una inspiegabile contorsione dei loro corpi.
Si stavano divertendo da matti, i due, fin quando improvvisamente sono rimasti intrappolati nei loro stessi desideri sessuali al punto di rimanere bloccati per 8 ore. Dalle 2 di notte alle 10 del mattino la giovane coppia urlava, sbraitava, si divincolava, ammattiva per trovare una soluzione. Ma niente: il kamasutra ha avuto la meglio. Soltanto l'indomani i due sono stati divisi grazie all'intervento sia del padre di lui sia di alcuni vicini. «Sentivamo le urla tutta notte», spiega un vicino di casa «li abbiamo trovati aggrovigliati sul letto impotenti. Credevamo che l'uomo fosse morto, ma sua moglie ci assicurava: "Lo sento respiare, lo sento respirare"».
Tornati alla libertà la coppia non è stata in grado di spiegare come sia potuto accadere. Secondo i presenti Chamhuze era impossessato perché aveva fatto arrabbiare gli antenati, non tenendo fede ai rituali richiesti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • secessionista

    09 Luglio 2014 - 16:04

    La spiegazione data è la stessa che ci danno i nostri governanti ad ogni aumento di tasse.

    Report

    Rispondi

blog