Cerca

Le parole di Barack

Usa, Obama: "Stessi diritti ai fratelli omosessuali"

Il presidente al giuramento per il secondo mandato: "Noi uomini siamo tutti uguali, fratelli e sorelle omosessuali devono godere delle stesse possibilità"

Barack Obama

Barack Obama

Il giorno del giuramento, per Barack Obama. Di fronte al giudice della Corte suprema Roberts, il presidente inizia ufficialmente il secondo mandato. Come quattro anni fa, Barack ha pasticciato nel pronunciare il giuramento. "Oggi continuiamo un viaggio infinito - ha detto Obama -. Il creatore ci ha donato dei diritti inalienabili, come la vita, la libertà e la ricerca delle felicità. La libertà è un dono di Dio, ma deve essere garantita dalle persone che vivono su questa terra.  

Omosessuali - Del lungo intervento, il punto che farà più discutere è stato quello relativo agli omosessuali. "Noi uomini siamo stati tutti creati uguali, e il nostro viaggio non sarà finito finché i nostri fratelli gay non avranno gli stessi diritti degli altri", ha dichiarato Obama tra gli applausi. Il presidente ha esplicitamente affrontato la questione dei gay, definendoli "fratelli e sorelle che devono avere gli stessi diritti".

Crisi - Obama ha proseguito affermando che "possiamo farcela, finché siamo uniti. Crediamo che la prosperità dell'America debba poggiare sulle spalle di una classe media in crescita. Questa generazione di americani è stata messa a dura prova da crisi che hanno rafforzato la nostra resistenza. Un decennio di guerra sta finendo, la ripresa economica è cominciata, le possibilità degli Stati Uniti sono senza limiti". Secondo Barack, gli Stati Uniti sanno che "dobbiamo fare scelte difficili per ridurre il costo del sistema sanitario e ridurre il nostro deficit". Il presidente afferma poi che "ogni cittadino merita una sicurezza di base e la dignità".

Guerre - Parlando degli impegni militari, il presidente spiega che con il ritiro delle truppe in Iraq e quello dell'Afghanistan a fine 2014, "è finito un decennio di guerre ed ora deve cominciarne uno di sviluppo economico. Oggi è finito un decennio di guerre e ne è cominciato uno di sviluppo economico: l'America ha opportunità senza limiti, tutte quelle che vengono richieste da questo mondo ormai senza confini". E ancora: "Crediamo che pace e sicurezza durature non richiedano una guerra perpetua, perché siamo gli eredi di chi ha vinto la pace, non solo la guerra, di chi ha fatto diventare nemici acerrimi amici fidati e questa è una lezione che dobbiamo ricordare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigirusso

    23 Gennaio 2013 - 10:10

    hà dimenticato di nominare anche i suoi fratelli musulmani come nichi obama prima della fine del suo mandato ufficializzerà la sua "conversione". offro cena a chi mi scrive se non avverrà. ogni mossa che hà fatto e tesa adividere gli americani e indebolire l'america per darla in pasto ai suoi fratelli

    Report

    Rispondi

  • moranma

    22 Gennaio 2013 - 16:04

    quando in Italia ci sarà un premier che dirà quello che ha detto Obama, vorrà dire che ci stiamo avviando ad essere un paese civile!

    Report

    Rispondi

  • Fab85bo

    22 Gennaio 2013 - 14:02

    Io mi ritengo una persona seria, lavoro e pago le tasse. Sono dichiarato con la mia famiglia e convivo con il mio compagno da 3 anni. Non mi sono mai piaciute le carnevalate, come i "gay pride". Chiedere diritti facendo vedere il peggio del "mondo omosessuale" non è il modo migliore. I politici dovrebbero essere persone illuminate e anticipare i tempi e invece guardate chi ci governa o ha governato. Mi vergogno quando vedo i gaypride, perchè rovinano tutto l'impegno delle persone serie, come me, che combattono TUTTI I GIORNI per eliminare questo odioso stereotipo, che si creano con queste manifestazioni. Io personalmente spero di poter aver il diritto di creare una famiglia, composta da due persone che si vogliono bene, lavorano, pagano il mutuo e le tasse, come tutti gli altri. Vi fa schifo? ok, ognuno ha le sue idee e vanno rispettate, quindi se io rispetto gli altri, vorrei ricevere lo stesso nei miei confronti.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    22 Gennaio 2013 - 13:01

    Basta che gli omosessuali non rompano i coglioni e si comportino in maniera decente senza carnevalate dei gay pride con culi all'aria e slinguamenti in pubblico... poi, assolutamente, niente adozioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog