Cerca

Caso internazionale

Italiane rapite in Siria, la Farnesina: "Siamo sulle tracce del gruppo che le ha prese"

"Siamo sulle tracce del gruppo che ha preso le due ragazze". Il viceministro degli Esteri italiano Lapo Pistelli predica "discrezione e silenzio" sul caso di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, le due giovani attiviste lombarde rapite ad Aleppo, in Siria, e di cui non si hanno più notizie dal primo agosto. "La Farnesina si è mossa fin dal primo giorno", ha spiegato Pistelli secondo cui "tutti gli scenari sono aperti". Impossibile, per ora, sbilanciarsi perché si deve ancora individuare chi gestisce materialmente il sequestro nella fase attuale e trovare un contatto per intavolare la trattativa.

"In Siria solo per farsi i selfie coi ribelli" - In Italia intanto montano le polemiche per la scelta delle ventenni di partire per un paese martoriato da guerra e terrorismo. "Ora mi chiedo: per le due sprovvedute (sarò diplomatico) partite per farsi i selfie tra i ribelli siriani è giusto che si mobiliti la diplomazia internazionale?", chiede polemicamente su Facebook Stefano Clerici, assessore all'Ambiente e alla Protezione civile del Comune di Varese. Il riscatto, aggiunge il 32enne assessore ex An e Pdl, "lo farei eventualmente pagare ai loro ancor più sprovveduti genitori". "Umanamente mi dispiace, per carità, ma con la guerra non si scherza e da bambine è bene che non si giochi alle piccole umanitarie, ma con le Barbie - si legge nel suo post su Facebook -. Perché se parti con l'incosciente presunzione di risolvere un problema e poi, paradossalmente, il problema diventi tu, non può essere la collettività a pagarne il prezzo. Ora speriamo solo che tornino sane e salve a casa - conclude - che imparino la lezione e che tacciano perché l’idea che due ragazzine siano in mano a dei terroristi islamici senza alcuno scrupolo mi fa gelare il sangue nelle vene". Il Pd varesino ha già chiesto le dimissioni di Clerici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    10 Agosto 2014 - 21:09

    allora tutti gli arabi in Italia devono lasciare subito e tornare in islamia ad aiutare gli altri arabi. senza tante storie. senno' con che faccia restano in Italia? cominciamo dagli arabi che sono andati alle manifestazioni: loro DEVONO partire immediatamente per l'islamia. Noi prendiamo i barconi degli africani e ci mettiamo gli arabi direzione sud.

    Report

    Rispondi

  • flikdue

    10 Agosto 2014 - 18:06

    Dopo aver trovato chi le ha prese, io mi propongo per dargliele .......... due sonori ceffoni, ovvero quello che avrebbero dovuto fare i loro genitori.

    Report

    Rispondi

  • dottmauriziomuscas

    10 Agosto 2014 - 16:04

    Rimangano la'

    Report

    Rispondi

  • luigifassone

    10 Agosto 2014 - 16:04

    Si può fare opera buona anche,eccome,in Italia ! Senza andare ad impantanarsi nel crogiuolo arabo che non si sa chi ti è amico e chi nemico. Spero che queste due ragazze,illuse come spesso capita alla loro bella età,possano cavarsela presto e tornare a casa,con una speranza recondita : che la stupidaggine che hanno fatto serva loro da lezione. CAPITTO,Sig.fanatico Andervill ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog