Cerca

Lezione alla Merkel

Elezioni in Germania, avanti la destra antieuro

Elezioni in Germania, avanti la destra antieuro

Il partito anti euro ’Alternativa per la Germania' (AfD) avrebbe ottenuto almeno il 10% e quindi nuovi seggi nei Parlamenti regionali nelle elezioni di oggi in Turingia e Brandeburgo. È quanto emerge dai primi dati (exit poll e proiezioni delle tv pubbliche Ard e Zdf, di solito precisi e attendibili)
diffusi dalla televisione tedesca Ard. Nelle elezioni dello scorso 31 agosto in Sassonia AdF aveva ottenuto per la prima volta dei seggi in un Parlamento regionale, riportando il 9,7% dei voti. Gli altri partiti hanno già annunciato che non intendono governare con ’Alternativa per la Germania'.
I primi risultati sono attesi già stasera. Precisamente, stando alle proiezioni delle emittenti Ard e Zdf basate su exit poll e conteggio parziale, ’Alternativa per la Germania' avrebbe ottenuto circa il 10% in Turingia e il 12% in Brandeburgo, cioè il Land intorno a Berlino. «Siamo felici che le persone abbiano votato per un rinnovamento politico nel nostro Paese», ha detto il leader di AfD, Bernd Lucke. Nelle elezioni legislative nazionali dell’anno scorso l’AfD mancò di poco il raggiungimento della soglia del 5% necessaria a entrare in Parlamento. Da allora, però, ha ottenuto sia seggi al Parlamento europeo che appunto seggi nel Parlamento della Sassonia nelle elezioni di agosto.

Gli osservatori politici, e i leader della CduCsu di Angela Merkel e della Spd (socialdemocrazia) alleata della cancelliera nella grosse Koalition, guardano allarmati alla prospettiva di una crescita ulteriore di AfD tra tre anni, alle prossime legislative nazionali: è la minaccia d'un'ipoteca crescente sulle scelte europee della prima potenza della Ue.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • costi402

    15 Settembre 2014 - 16:04

    Ma sto carciofo non si arrende mai? Si vede proprio che è il peggio peggio del comunista !

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    15 Settembre 2014 - 11:11

    La germania in recessione? Ma come potevano pensare di andare bene se il resto d'europa non era più in grado di acquistare i prodotti tedeschi, vedi le auto, lussuose e costose in particolare , logico che quando alla fame tutta europa, questa povertà avrebbe messo in crisi anche la germania. A chi vendono oggi? è un'europa di pazzi e incoscienti che in pochi anni ha rovinato il mercato,cambino

    Report

    Rispondi

  • Meneghino

    15 Settembre 2014 - 04:04

    Speriamo in bene ! Se la Germania va male, stiamo male tutti.

    Report

    Rispondi

    • ilsognodiunavit

      15 Settembre 2014 - 11:11

      Non è così! noi stiamo già male e non per la sola colpa della germania,ma dei nostri politici che l'hanno assecondata seguendola, avrebbero dovuto mollare subito tutta europa e fare da soli, non si poteva,dicono,vedi ora come si è potuto? alla rovina.Per la germania non è ancora finita qua perchè ora salteranno fuori tutte quelle magagne che tenendole nascoste hanno dato l'illusione della ricchez

      Report

      Rispondi

  • marco53

    15 Settembre 2014 - 01:01

    Speriamo che qualcuno l'ammazzi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog