Cerca

Civiltà islamica

Jihad, la ragazza britannica che esibisce una testa mozzata: "Il lavoro dei miei sogni"

Jihad, la ragazza britannica che esibisce una testa mozzata: "Il lavoro dei miei sogni"

Eccola, la civiltà: teste mozzate su teste mozzate, e poi esibite come trofeo. Nell'orrore senza fine, però, riesce a distinguersi una studentessa di medicina, britannica, di soli 21 anni, che si è fatta immortalare mentre reggeva una testa decapitata dai boia dell'Is (nella foto). Lei su Twitter è nota come Muhjahidah Bint Usama, e secondo la stampa britannica avrebbe lasciato il Regno Unito, dove studiava, per diventare medico in Siria, dove si è arruolata al fianco dei tagliagole dello Stato Islamico.

"Il lavoro dei sogni" - La foto dell'orrore è stata scattata a Raqqa, considerata la capitale dell'Is: la giovane ha il camice bianco da ospedale indossato sopra a un vestito nero lungo sino ai piedi, quindi il velo a coprire il volto. Al suo fianco due ragazzini, due bambini, che osservano la testa mozzata e che cola sangue. La ragazza sul social netwoerk aveva postato un messaggio (che è stato rimosso, come è stato cancellato il suo profilo): "Un medico terrorista, il lavoro dei sogni". Una follia totale, condita da cuoricini e sorrisini. Sul suo profilo la ragazza contava più di 800 followers (nelle scorse settimane aveva postato immagini di soldati morti e minacce all'Occidente, con parecchi riferimenti all'11 settembre).

Sessanta jihadiste - Secondo quanto scrive il Daily Mail, il nome di battaglia Mujahidah Bint Usama farebbe riferimento sia all'adesione della ragazza alla jihad sia ad Osama Bin Laden. In altri messaggi la ragazza inneggiava a predicatori islamici estremisti, e in particolare alle donne che spingevano i propri uomini a combattere la guerra santa dei tagliagole in Medio Oriente. Altre ricerche la hanno collegata alla Brigata Al Khanssaa. I servizi segreti di Londra, in parallelo, stanno monitorando le attività sul web di oltre sessanta donne britanniche che hanno "sposato" la jihad e, ora, vivono a Raqqa e dintorni-

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    22 Settembre 2014 - 17:05

    Dovrebbero decapitare alcuni politici solo allora si farebbe qualcosa contro questi assassini e dapravati. Un Italiano in Germania.

    Report

    Rispondi

  • STEOXXX

    16 Settembre 2014 - 14:02

    a me dell'islam non me frega niente...in compenso odio la politica estera criminale degli americani e degli ebrei.. i veri responsabili di tutto quello che sta succedendo !!!!!

    Report

    Rispondi

  • elio42

    16 Settembre 2014 - 13:01

    Queste bestie continuano a decapitare solo perchè i Mass media continuano a dare risalto a queste nefandezze. Se i giornalisti si impegnassero a ignorare queste brutalità, renderebbero un grande servizio all'umanità rendendo inutili le performance di questi rifiuti umani.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    16 Settembre 2014 - 12:12

    perchè non avete fatto avere questa foto a Salvini ieri sera da Formigli, in risposta a quelle ma@@le di islamiche che inneggiavano al terrorismo? Questi sono gli islamici da noi, in Europa. Li mortacci loro...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog