Cerca

Il manager di Pimco che si dimette perché glielo chiede la figlia

Il manager di Pimco che si dimette perché glielo chiede la figlia

 

Una lettera di dimissioni. Una lettera speciale quella di  Mohamed El-Erian, l'ex manager di Pimco. Nessuno riusciva a capire perché un mega manager come lui, il più grande gestore del mondo di bond con circa duemila miliardi di dollari gestiti, avesse deciso di dimettersi. Ma non ci sono concorrenti e neanche ragioni economiche, ci sono motivazioni che hanno lasciato di stucco il mondo dell'alta finanza. El-Erian si è dimesso perché glielo ha chiesto la sua bambina. La piccola gli ha consegnato una lista dettagliata di 22 momenti in cui il papà non era stato presente nella sua vita a cuasa del lavoro, dal primo giorno di scuola alla prima partita di calcio, dall’incontro con gli insegnanti alla festa di Halloween.

La scelta - "Mi sono sentito orribile-  ha raccontato El-Erian in una lunga lettera al Worth .  ma ho cercato subito di mettermi nelle difensive adducendo spiegazioni importanti per ogni occasione in cui non c’ero stato: viaggi, riunioni importanti, telefonate urgenti di lavoro etc etc... Il punto però era un altro. Per quanto cercassi di razionalizzare, il problema era che la conciliazione del mio tempo in famiglia e sul lavoro non stava funzionando. E questo squilibrio stava rovinando il rapporto speciale che avevo con mia figlia. Non le dedicavo abbastanza tempo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog