Cerca

La pandemia

Ebola, in primo caso in Europa: infettata un'infermiera spagnola

Ebola, in primo caso in Europa: infettata un'infermiera spagnola

Ebola è arrivato in Europa: il primo caso di contagio, ora è ufficiale, è stato registrato in Spagna. Questo il risultato di un test su un'infermiera che curò il missionario Manuel Garica Viejo, infettata dal virus che sta sconvolgendo l'Africa. La donna, ricoverata in un ospedale di Alcorcon, alla periferia di Madrid, è stata sottoposta a una seconda serie di analisi che hanno confermato la diagnosi. "Il paziente è arrivato questa mattina con un quadro sospetto e quindi è stato posto in isolamento", hanno riferito fonti mediche locali, che hanno precisato che le prove epidemiologiche sono state inviate all'ospedale Carlos III e che "il primo risultato è stato positivo". Il ministro della Salute sapagnolo ha convocato un gabinetto di crisi dopo il primo caso. Soltanto poche ore prima, dalla Gran Bretagna, era stato diffuso uno studio che pronosticava l'arrivo di Ebola in Francia entro 24 giorni: i tempi sono stati decisamente inferiori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marari

    07 Ottobre 2014 - 13:01

    Aspettiamola a braccia aperte, perché farà pulizia di tutta quella feccia che abbiamo per strada ed al governo.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    07 Ottobre 2014 - 11:11

    Ma come, i grandi pozzi di scienza e il nostro Ministro della Salute non ci dicevano che era impossibile?

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    07 Ottobre 2014 - 07:07

    Dalle mie parti si dice: "non tutti i mali vengono per nuocere"! Chissà che non sia proprio EBOLA a liberarci dalla piaga dell'immigrazione!

    Report

    Rispondi

  • totano54

    07 Ottobre 2014 - 01:01

    Cosa cazzo aspetta l'europa a bloccare le frontiere?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog