Cerca

Il caso

Ghoncheh Ghavami, un anno di carcere la britannica che andò a una partita di volley maschile

Ghoncheh Ghavami, un anno di carcere  la britannica che andò a una partita di volley maschile

Un tribunale iraniano ha condannato ad un anno di carcere una britannica di origine iraniana che aveva tentato di assistere ad una partita di
pallavolo maschile, violando le leggi del Paese che proibiscono alle donne di assistere ad eventi sportivi maschili. Lo ha comunicato l’avvocato della donna all’agenzia Ilna. Ghoncheh Ghavami, 25 anni, studente di legge all’Università di Londra e laureata alla Scuola di Studi orientali ed africani nella
capitale britannica, fu arrestata insieme ad altre donne il 20 giugno mentre manifestava all’esterno dell’impianto sportivo e rilasciata su cauzione poche ore dopo.

L'aresto - Qualche giorno più tardi Ghavami tornò al commissariato per richiedere alcuni oggetti personali che le erano stati sottratti durante l’arresto, ma fu ammanettata di nuovo con l’accusa di propaganda contro lo Stato e fu rinchiusa nella prigione di Evin, a nord di Teheran. Secondo diversi media britannici, ad ottobre aveva iniziato uno sciopero della fame durato 14 giorni, ma le notizie sono state smentite dalle autorità iraniane. Il 14 ottobre è stata giudicata dal Tribunale rivoluzionario di Teheran, la cui sentenza è stata resa nota oggi. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Socrate2014

    02 Novembre 2014 - 17:05

    Finché l'uomo sarà prigioniero delle ideologie religiose o politiche che limitano la libertà di "esistere" succederanno sempre questi soprusi. Impariamo dagli insegnamenti di Immanuel Kant!!!!!

    Report

    Rispondi

blog