Cerca

Lo zar

Vladimir Putin fa ritirare dalle scuole tutti i libri di testo, tranne quelli del suo amico

Vladimir Putin fa ritirare dalle scuole tutti i libri di testo, tranne quelli del suo amico

Il presidente russo Vladimir Putin ha fatto bocciare i libri di testo in 43mila scuole del Paese. Diversi i motivi alla base delle decisioni. Un editore, per esempio, si è visto bloccare i suoi libri in lingua inglese perché non era riuscito a includere i sottotitoli in russo, richiesti per ottenere l’approvazione del governo. Un vincitore però c’è: una casa editrice il cui presidente è stato appena nominato membro della cerchia ristretta del presidente Putin. Si tratta di Arkady Rotenberg, un partner di judo del presidente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rocc

    03 Novembre 2014 - 08:08

    bene, anche Libero si mette a parlare male di Putin

    Report

    Rispondi

  • raoul.pavan

    03 Novembre 2014 - 06:06

    Se i libri di testo erano per le scuole primarie/medie ha fatto bene,mancavano i sottotitoli in russo.Per le scuole superiori a direzione linguistica(si presupone che lo,studente sappia già l'inglese) ha fatto un abuso!

    Report

    Rispondi

  • Chry

    02 Novembre 2014 - 22:10

    ecco la democrazia secondo i bananas...

    Report

    Rispondi

    • franziscus

      11 Novembre 2014 - 19:07

      quando inevece c' erano i cmpagni per voi vi era la democrazia. Sepolcri imbiancati!

      Report

      Rispondi

blog