Cerca

Giustizia choc

Indianapolis, arrestata bambina di 9 anni per un pugno alla sorellina. La madre la riprende col telefonino e la denuncia

Indianapolis, arrestata bambina di 9 anni per un pugno alla sorellina. La madre la riprende col telefonino e la denuncia

Arrestata una bambina di 9 anni. L'accusa? Aver tirato un pugno alla sorellina di 6 anni. La denuncia è partita della madre stessa che durante la rissa infantile si è preoccupata prima di riprendere l'accaduto col cellulare e poi mostrarlo ai poliziotti una volta giunti a casa. Per quanto surreale dalle nostre parti, sembrava quasi fosse una burla invece l'episodio è realmente accaduto ad Indianapolis, negli Stati Uniti. L'ufficiale del Metropolitan Police Department Indianapolis, Rafael Diaz che si è occupato dell'arresto ha dichiarato che è sempre un peccato arrestare un bambino ma non è insolito, anzi parrebbe succeda spesso. Per il caso specifico Diaz dice che sarebbe stato meglio risolvere la questione in famiglia; dovrebbero infatti essere ni genitorni a risolvere le scaramucce tra bambini o al massimo consiglia l'intervento di un assistente sociale. Ciò che preoccupa molti, sono le conseguenze psicologiche di questo provvedimento sulla bambina. Rick Whitten, direttore di un ente per la tutela del minore afferma: "I giovani che entrano in contatto con il sistema penale, continuano ad avere problemi con la giustizia". Come finirà non si sa, la bambina però, rischia di essere seriamente incriminata per aggressione e rovinarsi l'infanzia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marioangelopace

    05 Dicembre 2014 - 19:07

    se i genitori si arrendono...

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    04 Dicembre 2014 - 19:07

    Rinchiudete la mamma e buttate la chiave, questa è di razza scema.

    Report

    Rispondi

blog