Cerca

Usa sotto choc

Uccisa la quindicenne che ballò per Obama

La ragazza majorette durante il giuramento del presidente è stata ammazzata in un parco

Uccisa la quindicenne che ballò per Obama

Una delle majorette che aveva sfilato a Washington il giorno del giuramento di Barack Obama, è morta, probabilmente vittima di uno scontro tra bande rivali a Chicago. Hadiya Pendleton, 15 anni appena, era con un gruppo di coetanei in un parco della città, in un quartiere non degradato, a poche centinaia di metri dalla casa in Illinois del presidente. 

La ragazzina si stava riparando dalla pioggia sotto un gazebo insieme a un gruppo di amici quando un uomo, o forse un ragazzo, ha saltato una recinzione, è corso verso il gruppo e ha sparato, per poi fuggire su un’auto. Per la giovane, raggiunta alle spalle, non c'è stato nulla da fare: è stata portata in ospedale, insieme a un amico colpito a una gamba, ma non c'è stato nulla da fare. 

La ragazzina era una delle componenti del King College Prep High School Band, con il quale aveva partecipato a vari eventi il giorno dell’inaugurazione del secondo mandato, a Washington DC. Secondo la polizia, non faceva parte di alcuna banda e non era l’obiettivo dell’agguato; ma nel gruppo di adolescenti con lei, c'era qualche giovane malavitoso. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog