Cerca

Il pasticciaccio indiano

Marò, Girone chiede di tornare in Italia, Latorre di prolungare il permesso malattia

Marò, Girone chiede di tornare in Italia, Latorre di prolungare il permesso malattia

Nuova istanza dei marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, alla Corte Suprema indiana. I due fucilieri di marina, rimasti coinvolti nella morte di due pescatori indiani al largo delle coste del Kerala durante un’operazione internazionale anti-pirateria, hanno chiesto un alleggerimento delle loro condizioni cautelari. Lo riferisce la stampa indiana. Latorre - a cui il 12 settembre, dopo un ictus cerebrale, è stato concesso di tornare in Italia per le cure - ha depositato una richiesta per estendere il suo soggiorno di altri quattro mesi, in modo da potersi sottoporre a un intervento al cuore e poter affrontare la successiva riabilitazione e terapia (dovrebbe rientrare in India il prossimo 13 gennaio). Girone, che invece è ancora in India, dinanzi ai giudici ha denunciato il pesante impatto psicologico che la sua prolungata assenza sta avendo sui suoi figli, un maschio e una femmina; e ha chiesto alla Corte di allentare le condizioni cautelari e lasciarlo tornare in Italia.

Lo stress dei figli - Nella richiesta presentata da Girone, si legge che "periti medici hanno autonomamente e separatamente concluso che i suoi figli soffrono di sindrome da stress post-traumatico e ritengono che potrebbero non riuscire a vedere mai più il padre e che questi potrebbe subire la pena di morte come conseguenza del processo". Secondo queste risultanze mediche, si legge ancora nell’istanza depositata dinanzi alla Corte Suprema, "è probabile che uno stress prolungato di questo tipo, traumatico per i bambini se non curato, possa avere a lungo termine un effetto devastante sulla loro condizione psicologica". La richiesta di Girone fa notare che, nonostante il governo italiano abbia organizzato i soggiorni in India della sua famiglia, "non c’è nulla per i due bambini che sia come vederlo continuativamente per tre mesi". Il sostegno psicologico dei due ragazzi "si gioverebbe del fatto che fosse loro consentito di vederlo nell’ambiente familiare". Anche perchè «non è possibile -si fa notare- che i bambini vadano in India costantemente a incontrare il padre perchè questo renderebbe problematico il loro percorso scolastico in Italia». La Corte Suprema è convocata per domani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    15 Dicembre 2014 - 19:07

    Leggo sconcertato i commenti di alcuni e mi chiedo se, oltre all'ideologia, nella loro vita ci sia spazio x altro. Dopo 3 anni nn hanno ancora capito che la questione nn è la colpevolezza o meno dei 2 marò, ma il rispetto delle leggi internazionali. Abbiamo rispedito 2 cittadini italiani in 1 paese in cui vige la pena di morte e, x ultimo, nessun tribunale, competente, li ha ancora condannati!

    Report

    Rispondi

  • etano

    15 Dicembre 2014 - 17:05

    Se si fosse trattato di due rappresentanti della feccia di sinistra con a capo il pervertito comunistolto Vendola, sarebbero già rientrati in Italia da anni ma essendo due eroi italiani innocenti per i fatti a loro ascritti e non comunisti il governicchio attuale come il compagno di merende al concime Monti soprassiede per interesse ma intanto l'India ha annullato l'acquisto di aerei italiani.

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    15 Dicembre 2014 - 16:04

    Ho atteso, prima di scrivere, che qualche parola arrivasse: Invece DA QUELLA PULCINELLA DELLA BOLDRINI..... ZERO, SILENZIO TOMBALE ! Cari Girone e La Torre, essere CLANDESTINI ha i suoi VANTAGGI e voi, purtroppo, non lo siete. Dunque da TUTTI i BUONISTI (di MERDA) che albergano in questo Paese non vi attendete NULLA ! Vi hanno SVENDUTO e vi lasceranno MARCIRE in India.

    Report

    Rispondi

  • honhil

    15 Dicembre 2014 - 14:02

    Il presidente Giorgio Napolitano, il premier Matteo Renzi,il capo di stato maggiore dell'Es., generale di corpo d'armata Claudio Graziano,come possono dormire la notte, come possono continuare a svolgere le proprie quotidiane mansioni, come possono abbracciare i propri cari, come possono guardarsi ogni mattina allo specchio, sapendo di avere abbandonato ai capricci dei politici dell’India i Marò.

    Report

    Rispondi

    • STEOXXX

      15 Dicembre 2014 - 17:05

      entrambi i marò dovrebbero stare in galera.. altro che facilitazioni e aiutini di stato.!!!!

      Report

      Rispondi

    • er sola

      15 Dicembre 2014 - 15:03

      Semplice, perché hanno la faccia come il… lato B.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog