Cerca

Il report

Grecia, Goldman Sachs: "Si rischia che le banche blocchino i conti correnti"

Grecia, Goldman Sachs: "Si rischia che le banche blocchino i conti correnti"

La Grecia torna a far tremare l'Europa. E ad Atene rischiano di far la fine di Cipro. Uno studio della Goldman Sachs parla di una probabile interruzione dei flussi di denaro dalla Bce alle banche locali greche. Una misura estrema dettata dalle pressione dei creditori internazionali che spingerebbe le banche greche a impedire ai correntisti di accedere ai propri conti.

Blocco dei conti correnti - Nel 2015 la Grecia avrà bisogno un extra gettito compreso tra i 6 e i 15 miliardi di euro. Se la Bce di Mario Draghi dovesse bloccare i finanziamenti alle banche locali, la situazione preciterebbe facendo rivivere l'incubo cipriota del 2013, quando i bancomat rimasero per giorni senza contante. In quell'occasione la Troika aveva erogato un prestito alla Laikì Bank con un aereo proveniente dalla Germania carico di denaro. Ora Bruxelles potrebbe mollare Atene al suo destino. Per evitarlo il governo greco, che sta andando a elezioni anticipate, dovrà mettere a punto altri tagli a stipendi, pensioni e varare nuove riforme su pensioni, salute e welfare.

Gli errori - "Il Fmi avrebbe dovuto insistere immediatamente, a partire dall’estate del 2010, per negoziare con tutti i creditori una cancellazione del debito", commenta l’ex direttore del dipartimento Ue del Fondo Monetario Internazionale, Susan Sandler, che, in una intervista al quotidiano austriaco Kourir, accusa l'istituto di Washington di aver "ceduto nel 2010 a pressioni politiche" e, per questo, "è stato trascinato in un programma di assistenza, abbandonando le regole, quando tutti sapevano che le previsioni per la Grecia sono state troppo ottimistiche". Ora a quanto pare per Atene c'è il rischio di un 2015 con le tasche vuote...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cosimo.pompadoro@fastwebnet.it

    cosimo.pompadoro

    30 Dicembre 2014 - 19:07

    dovesse accadere l'ipotesi di blocco dei conti correnti e prelievo forzoso in Italia, stiano tranquilli i nostri cari bastardi politici che non la passeranno liscia. sarà anche inutile, per loro, rifugiarsi dai loro padroni europei (intendo una certa persona normalmente definita culona).

    Report

    Rispondi

  • marari

    15 Dicembre 2014 - 21:09

    Con l'anno nuovo anche noi rischieremo il blocco dei conti correnti? C'è già chi prevede questo.

    Report

    Rispondi

    • zefleone

      29 Dicembre 2014 - 14:02

      Se dovesse accadere sarebbe ora che tutti i cittadini vadano in piazza con bastoni e vanghe e alla caccia dei dipendenti pubblici, dei politici e dei pm e giudici e lisciarli per benino. Questa merdaccia di gente non deve ricevere pietà.

      Report

      Rispondi

  • Gios78

    15 Dicembre 2014 - 19:07

    Che sfacelo questa unione europea...fortuna che siamo agli sgoccioli e tra qualche tempo potremo guardare con ironia a tutta questa merda

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    15 Dicembre 2014 - 17:05

    E dire che hanno anche studiato per arrivare a fare questo casino, una quinta elementare avrebbe fatto meno danni.

    Report

    Rispondi

blog