Cerca

ragazzine intraprendenti

A 13 anni partono in gita scolatica
una su quattro torna incinta

A 13 anni partono in gita scolatica
una su quattro torna incinta

Da Banja Luka, in Bosnia, erano partite in 28 in gita scolastica alla volta di Sarajevo per visitare la capitale. Quando cinque giorni dopo sono rientrate, alcune di loro non si sono ripresentate a scuola. In sette, tra i 13 e i 15 anni, erano rimaste incinte durante la permanenza fuori casa. L'ira dei genitori si è riversata subito su insegnanti e accompagnatori colpevoli di non aver vigilato abbastanza sulle figlie in trasferta. Ma quanto accaduto ha acceso il dibattito nazionale, tanto più che quest'ultimo è solo l'episodio più eclatante di un fenomeno più ampio ormai diffuso in tutto il Paese della ex Jugoslavia: la sessualità precoce. Negli ultimi anni, in Bosnia, il numero dei minori sessualmente attivi è cresciuto vertiginosamente, soprattutto nella fascia d'età compresa tra i 13 e i 15 anni. Certo, mai prima d'ora era accaduto che nell'arco di cinque giorni sette giovanissime si ritrovassero con una gravidanza indesiderata a carico, ma neanche l'anno prima i numeri erano stati clementi, con 31 neo-baby-mamme nella sola capitale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    27 Dicembre 2014 - 12:12

    Una su quattro erano le più sceme, le altre tre su quattro hanno usato i preservativi.

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    27 Dicembre 2014 - 05:05

    La prossima volta che li mandano in vacanza gli consiglierei ai genitori di mettergli in tasca anche dei preservativi e se sono precoci lo si deve anche a internet basta un click per vedere come si fa a far sesso

    Report

    Rispondi

blog