Cerca

Tragedia

Norman Atlantic, la testimonianza-choc: "Gli uomini picchiano le donne per mettersi in salvo"

Norman Atlantic, la testimonianza-choc: "Gli uomini picchiano le donne per mettersi in salvo"

Tra le persone a bordo della Norman Atlantic c'era anche Dimitra Theodossiou, soprano greco, attesa in Italia per una tournée. La donna, dopo essere stata tratta in salvo, è stata portata all'ospedale di Lecce per un principio di ipotermia, e successivamente è stata dimessa. A Repubblica la Theodossiou ha raccontato gli attimi concitati e drammatici a bordo della nave in fiamme: "E' stato un inferno, ho visto delle scene spaventose".

"Nessun allarme" - "C'erano degli uomini, iracheni, turchi, pachistani: erano stati messi in basso per mettere in salvo prima i bambini gli anziani e le donne, ma loro si sono arrampicati e picchiavano per mettersi in salvo. Anche io sono stata picchiata, ma ho reagito per arrivare all'elicottero, mi è venuta dentro una grande rabbia, ho pensato: ora o mai più. Ma è stato bruttissimo". La Theodossiou rivela che non è scattato nessun allarme: "Io avevo una cuccetta in prima classe, stavo dormendo e mi ha svegliato l'odore di bruciato e il fumo che aveva già invaso la cabina. Mi sono alzata, ho messo un maglione e ho preso i soldi e la carta di identità e sono corsa fuori. Ho bussato a tutte le altre cabine che ho incontrato per dire alla gente: uscite, uscite c'è un incendio".

"Se dormi, muori" - "Ho visto di tutto - prosegue la soprano - dalla solidarietà alla rabbia. Ho visto uomini che picchiavano e trascinavano via quelli che stavano davanti a loro pur di mettersi in salvo, ma anche scene di solidarietà. A chi era solo si prendeva la mano per dire: 'Dai siamo insieme, ce la faremo'. Siamo saliti sul ponte in alto perchè il pavimento di sotto esplodeva, per il calore del fuoco. Faceva molto freddo, un freddo terribile. Poi ci buttavano gli idranti ed eravamo completamente bagnati, dovevamo tenerci ai supporti con le mani altrimenti scivolavamo via. Io ero sfinita come tanti altri, c'era una persona che mi schiaffeggiava per impedire che mi addormentassi: mi diceva 'non devi dormire, se dormi poi muori'. Così mi ha tenuto sveglia fino a che non ho sentito arrivare l'elicottero italiano e sono salita sulla scala con la corda".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giopoz

    31 Dicembre 2014 - 00:12

    Non vi siete chiesti perché prima bambini donne ed anziani??? Dobbiamo ancora spiegarvelo? Siete diventati una massa di egoisti vigliacchi e deboli..poi vi lamentate perché le donne vi ridicolizzano..non servite più a nulla ahimè

    Report

    Rispondi

  • blu_ing

    30 Dicembre 2014 - 11:11

    ma scusate avete voluto al partità e perchè dovete essere voi le prime a salire a bordo degli elicotteri? fate la fila su dai, da brave!

    Report

    Rispondi

  • cabass

    30 Dicembre 2014 - 08:08

    Iracheni, turchi, pachistani... Toh, che strano, sono tutti preziose risorse islamiche!

    Report

    Rispondi

    • Armageddon1

      30 Dicembre 2014 - 20:08

      Once I had a dream: Bergoglio Kyenge Boldrini processati sulla pubblica piazza.

      Report

      Rispondi

    • Armageddon1

      30 Dicembre 2014 - 20:08

      eh si proprio così. ci piace la boldrini e anche la kyenge..noi ci piace dando!!

      Report

      Rispondi

  • claudionebridio

    29 Dicembre 2014 - 18:06

    ecco, mi raccomando: "Gli uomini picchiavano le donne". Il femminismo vomitevole e politicamente corretto di Repubblica approfitta vigliaccamente di una tragedia per continuare a fare prosopopea anti-maschile, senza verificare i fatti, gli autori e, naturalmente, come avvenuto ormai troppe volte, non una riga in caso di smentite.

    Report

    Rispondi