Cerca

Nord Corea, test nucleare

Obama: minaccia per la pace

Nord Corea, test nucleare

Pyongyang lancia il guanto della sfida alla comunità internazionale: nello stesso giorno il regime nordcoreano ha compiuto il secondo test atomico della propria storia ed effettuato il lancio di un missile con una gittata di 130 chilometri. È lo stesso governo del dittatore Kim Jong-il ad annunciare di aver condotto un test atomico più potente di quello dell'ottobre 2006 che scatenò l'indignazione e la preoccupazione del mondo intero. Non si è fatta attendere la replica durissima di Barack Obama: «Si tratta di una minaccia per la pace» che giustifica «un'azione da parte della comunità internazionale», ha commentato il numero uno della Casa Bianca. E di una «provocazione pericolosa» ha parlato il ministro degli Esteri Franco Frattini. Il Consiglio di sicurezza delle Onu ha convocato una riunione di emergenza, mentre l'Unione europea, come gli Stati Uniti, giudicano il test nucleare nordcoreano un atto «irresponsabile» che «giustifica una ferma reazione». No comment della Cina. «È una cosa che non ci riguarda» è stato invece il laconico commento del portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Hassan Qashqavi.

Il test ha provocato un "terremoto artificiale", come ha spiegato l'agenzia Yonhap, prima della conferma ufficiale da parte del governo nordcoreano, citando fonti vicine alla coalizione di maggioranza e di governo di Seul. «La scossa è avvenuta poco prima delle ore 10:00 locali (le 3 di notte in Italia, ndr)», ha spiegato la fonte sudcoreana, aggiungendo che la magnitudo rilevata è stata di 4,5 gradi. Gli Stati Uniti hanno ora avviato consultazioni con i loro alleati per accertare i fatti. Lo ha reso noto un responsabile del Dipartimento di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    25 Maggio 2009 - 13:01

    Ogni essere umano buono nel senso lato della parola è un bene: ma sapete che ci sono stati 25 stupri in Italia: in pochi giorni e compresi alcuni maschietti? Sì o no, ovvio, che è un dolore per chi non può accogliere ospiti sia pure sconosciuti nella propria casa, ma giustificato per magia fare scomparire le Leggi, solo per qualche voto in più? Mi spiego: Brusca commette stragi di centinaia e la franca? Direte, ma è collaboratore.A faccia do chezz direbbe un Barese e, i migliaia di familiari delle vittime mandati al diavolo? In poche parole ci siamo dati delle Leggi Democratiche col voto del Parlamento poi si mettono in discussione comprese l Onu e Ue che anziché tutelare i popoli Democratici dialoga con costosissimi meeting. Insomma, vedo solo un Tango a Parigi senza burro come criminali, ci marciano grazie proprio a questi criminali, Ahamadinejad, Hamas, Hezbollah e corea, visto che, l Iran e Corea si armano sino ai denti con l atomiche, forse per fare i funghi gigadanteschi o un altri G0? Vincenzo Alias Il Contadino

    Report

    Rispondi

blog