Cerca

Il blitz

Un paese in ostaggio: bimbi chiusi a scuola

Un paese in ostaggio: bimbi chiusi a scuola

Dammartine en Geole è un centro di 8mila abitanti situato nel dipartimento di Senna e Marna: questa mattina questa tranquilla località dell'Ile de France si è ritrovata con i terroristi in casa. Panico per la sparatoria alle porte del paese, poi l'ordine delle autorità locali di non uscire di casa. Gli ingressi delle scuole di Dammartine-en-Goele sono state bloccate e  i bambini sono confinati all’interno. Come riferito da un’insegnante intervistata da Le Monde, "viene attuato il piano di sicurezza, tutte le scuole sono limitate, i bambini tenuti all’interno, nessuno entra né esce, i genitori chiamano, nel panico".  Anche molti studenti liceali di Dammartin-en-Goele restano barricati nei loro istituti e hanno ricevuto l’ordine di allontanarsi dalle finestre. "Alcuni studenti - ha raccontato una di loro a ’Figaro.fr’ - piangono, altri sdrammatizzano". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog