Cerca

L'indagine

Terrorismo in Francia: caccia alla 26enne Hayat. La polizia: "E' armata ed è pericolosa"

Terrorismo in Francia: caccia alla 26enne Hayat. La polizia: "E' armata ed è pericolosa"

La caccia ai terroristi non è finita. La polizia francese è ancora alle prese con una caccia: gli 007 cercano Hayat Boumedienne, la compagna 26enne dell’autore del sequestro nel supermercato kosher parigino, Amely Coulibaly. Nella giornata del doppio blitz che ha portato all’uccisione dei tre terroristi islamici ricercati si erano rincorse voci sulla presenza di Hayat al supermercato kosher. La donna sarebbe fuggita mescolandosi tra gli ostaggi quando si sono aperte le porte del market kosher durante il blitz.





 La donna è accusata di complicità nell’assassinio della poliziotta a Montrouge. Secondo le ultime notizie la 26enne nel 2014 aveva scambiato ben 500 telefonate con Izzana Hamyd, la compagna di Said Kouachi, uno dei due fratelli autori della strage al Charlie Hebdo. Hamyd è sotto custodia della polizia da mercoledì. “Persona armata e pericolosa”, recita il mandato di cattura della polizia. Hayat ora è ricercata in tutto lo Stato. La giovane si era convertita all’Islam nel 2009, quando aveva conosciuto Coulibaly. Per lui aveva lasciato il lavoro da cassiera e portava il velo integrale e insieme erano andati a vivere a Bagneux, a sud di Parigi. Era stata lei ad andare a prendere Coulibaly all’uscita dal carcere nel 2010 e in quell’anno era stata interrogata dall’antiterrorismo durante il processo al suo compagno e aveva giustificato gli atetntati di Al Qaeda ricordando "gli innocenti uccisi dagli americani". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filen

    filen

    10 Gennaio 2015 - 11:11

    Un altra morta che cammina per fortuna che questa disgrazia è successa in Francia perché se succedeva qua in Italia magari finivano ai domiciliari con la possibilità di un processo per diritto alla difesa

    Report

    Rispondi

  • marari

    10 Gennaio 2015 - 11:11

    Bene! Bravi! Una che giustifica gli attentati di Al Qaeda si lascia libera ed in vacanza in Francia! Ma prendete a calci nel c..o quelli dei servizi segreti.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    10 Gennaio 2015 - 11:11

    Speriamo che l'ammazzino prima che faccia altri danni.

    Report

    Rispondi

blog