Cerca

Maxi-operazione

Terrorismo, 27 arresti in tutta Europa. In Francia preso il "quarto uomo": è il complice di Coulibaly

Terrorismo, 27 arresti in tutta Europa. In Francia preso il "quarto uomo": è il complice di Coulibaly

Tra i 12 fermati nelle perquisizioni condotte nella notte nella regione di Parigi, a Montrouge, Châtenay-Malabry, Epinay-sur-Seine, Fleury-Mérogis e Grigny c’è anche il cosiddetto "quarto uomo", ossia il complice di Amedy Coulibaly, l’uomo cui la polizia dava la caccia da alcuni giorni. Il sospetto avrebbe fornito la Renault Megane a Coulibaly e avrebbe disattivato il dispositivo Gps della moto Suzuki che diversi testimoni hanno detto di aver visto. I fermati, 9 uomini e 3 donne, avrebbero offerto sostegno logistico ai terroristi. In tutta Europa, in una maxi-operazione anti-terrorismo, gli arresti sono stati 27.

Attacchi informatici in Francia - I siti web di alcune tra le principali testate francese (l’EXpresse, France Inter, 20 minutes, Mediapart tra gli altri) non sono più raggiungibili, aprendo all’ipotesi di un possibile attacco hacker, anche se non ci sono conferme ufficiali. Per la maggior parte dei casi a non ’aprirsi' è la home page mentre se si conosce l’url (l’indirizzo web) si riescono a raggiungere le sezioni interne. Il dato che accumuna i siti è la ’piattaforma' che li ospita, Oxalide. Anche altri siti web, ospitati dalla stessa piattaforma, sono fuori uso, come quelli delle riviste, non di informazione ma specializzate, Alinea.fr e Kiloitou.fr. Il blocco di oggi segue i 19.000 siti francesi colpiti dagli hacker pro-Isis dal 7 gennaio, giorno della strage di Parigi. Il comandante delle cyber-difese francesi, il contrammiraglio Arnaud Coustilliere, che ha reso noto il dato, ha detto che si tratta di un’ondata, un vero e proprio tsunami, di attacchi "senza precedenti".

Bagaglio sospetto a alla stazione - La Gare de L’Est a Parigi è stata evacuata e chiusa questa mattina alle 8 a seguito di un allarme bomba. Il traffico ferroviario - hanno riferito i media francesi - è stato interrotto lungo la rete est. L’allarme sarebbe scattato a seguito di una telefonata anonima e per la presenza di un bagaglio abbandonato. Squadre di artificieri sono arrivate sul posto. Il sito Infolignes della SNCF indicava questa mattina che "la presenza di un bagaglio abbandonato e non identificato nella stazione di Parigi-Est" richiedeva l’applicazione del piano di sicurezza antiterrorismo Vigipirate, si legge sul sito di ’Le Figaro'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400