Cerca

A Mosul

Isis, uccisi 13 ragazzini perché guardavano una partita di calcio

Isis, uccisi 13 ragazzini perché guardavano una partita di calcio

Nuovo orrore dell’Isis in Iraq: 13 adolescenti sono stati uccisi a colpi di mitragliatrice a Mosul perché sorpresi a guardare in tv la partita della nazionale irachena di calcio, impegnata nella Coppa d’Asia in svolgimento in Australia. La strage risale al 12 gennaio, quando l’Iraq aveva battuto per 1-0 la Giordania, ma è trapelata solo ora,grazie al sito di un gruppo di resistenza al Califfato che si chiama "Raqqa viene massacrata nel silenzio". I miliziani jihadisti che controllano la città hanno circondato i ragazzi nel quartiere di al-Yarmuk e li hanno giustiziati pubblicamente, dopo aver fatto sapere alla popolazione dagli altoparlanti che l’accusa nei loro confronti era di violazione della sharia. I cadaveri sono rimasti a terra perché i genitori non sono andati a recuperarli per paura di essere uccisi. Nei giorni scorso l’Isis aveva pubblicato un video girato sempre a Mosul in cui documentava l’esecuzione di sue uomini accusati
di omosessualità e gettati giù da una torre. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Yossi

    20 Gennaio 2015 - 15:03

    Questi assassini vanno eliminati quanto prima

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    20 Gennaio 2015 - 15:03

    Ma è mai possibile che il mondo stia a guardare e faccia solo dichiarazioni di sdegno ? Si continua ad ignorare i loro fiancheggiatori per interessi economici e finanziari; Kobane resiste eroicamente da mesi e un membro della NATO, la Turchia, lascia fare e l' Europa, paladina sulla carta dei diritti dell'uomo ? tantta solerzia ad intervenire in Libia ... Mah che schifo

    Report

    Rispondi

  • Gianni Schicchi

    20 Gennaio 2015 - 14:02

    ostia, questa è la volta che gli italiani prendono sul serio le minacce dell'ISIS: toglietegli tutto ma non le partite in tv...Comunque la notizia mi puzza di frottola, cucita su misura proprio per noi.

    Report

    Rispondi

  • cabass

    20 Gennaio 2015 - 14:02

    Ma quale violazione della sharya di mio nonno... Li hanno ammazzati solo perché tifavano Iraq e non Isis! Da dementi sanguinari come questi, ci si può aspettare questo e altro. Vanno spazzati via dalla faccia della Terra il prima possibile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog