Cerca

Lo smacco

Coulibaly era stato fermato 8 giorni prima della strage

Coulibaly era stato fermato 8 giorni prima della strage

Amedy Coulibaly, insieme con la sua compagna Hayat Boumeddiene, era stato fermato dalla polizia per un controllo il 30 dicembre a Parigi. Gli agenti li hanno lasciato andare via nonostante fosse emerso che si trattava di persona pericolosa vicina agli ambienti islamisti. Lo rivela il settimanale Le Canard Enchainé, in edicola oggi, giovedì 22 gennaio. Ecco la ricostruzione:  il 30 dicembre, alle 11:45, due motociclisti della polizia fermano una Seat Ibiza noleggiata, nel XIX arrondissement di Parigi. Il Canard ricostruisce il verbale dei poliziotti che, dal momento che la patente era ancora provvisoria (Coulibaly aveva passato l'esame soltanto il 10 dicembre), decidono di controllare la banca dati delle persone ricercate. Appare, a quel punto sullo schermo del pc dei due agenti, la menzione che impone di ottenere ulteriori informazioni senza attirare l'attenzione del sospetto, considerato pericoloso e vicino agli ambienti islamici. I due poliziotti informano i superiori e i servizi antiterrorismo ma nessuno reagisce: "nessuna sorveglianza, nessun pedinamento", scrive Le Canard Enchainé, secondo il quale questa procedura lascia aperti diversi interrogativi. Coulibaly fa perdere definitivamente le sue tracce. Qualche ora più tardi, la coppia si dirigerà in Spagna, dove Coulibaly, il 2 gennaio, lascerà Hayat all'aeroporto di Madrid, destinazione Istanbul. Dalla Turchia, Hayat entrerà poi in Siria l'8 gennaio, mentre il suo compagno verrà ucciso il 9 dalle forze speciali al termine del sequestro di ostaggi nel supermercato kosher di Parigi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    22 Gennaio 2015 - 14:02

    Bene. Abbiamo trovato un Paese che, almeno con riferimento ai fatti di Parigi, ha dimostrato di avere un apparato preposto alla sicurezza efficace come un colabrodo. Chi ne ha fatto le spese sono state poco meno di venti persone. Ma in compenso vi è stata una grande parata di personalità in nome della solidarietà alla Francia. Amen.

    Report

    Rispondi

blog