Cerca

Linea dura

La Grecia sfida la Merkel: nessuna collaborazione con la troika

La Grecia sfida la Merkel: nessuna collaborazione con la troika

 

Nessuna collaborazione con la troika. Il nuovo governo greco guidato da Alexis Tsipras vuole "portare avanti riforme che rendano l’economia più competitiva" e punta ad avere "conti pubblici in equilibrio" ma "non ha intenzione di cooperare con la missione della troika" dei creditori internazionali (Ue, Fmi, Bce), che si era detta disponibile a una nuova visita ad Atene prima dell’esborso dell’ultima tranche di prestiti da 7 miliardi di euro. Lo ha dichiarato il neo ministro delle Finanze grecoYanis Varoufakis, al termine del suo incontro con il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, sfidando così Angela Merkel e la politica economica europea. 

Varoufakis ha annunciato che il suo governo non chiederà l’estensione del programma di salvataggio concordato con Washington e Bruxelles. "Questa piattaforma - ha ricordato l’economista greco-australiano - ci ha permesso di ottenere la fiducia del popolo greco. Il nostro primo atto di governo non sarà quello di respingere la base delle contestazioni a questo programma attraverso la richiesta di estenderlo". Ma questa linea dura non è piaciuta all'Europa: "Ignorare gli accordi non è la giusta strada da prendere", ha replicato il presidente dell'Eurogruppo, "mette a rischio il Paese".

Varoufakis, dal canto suo, è poi tornato ad assicurare l’impegno del suo governo ad attuare le riforme che sono necessarie per rendere l’economia più competitiva: "Il popolo greco ha deciso di mettere fine all’austerità ma noi siamo impegnati a ristrutturare l’economia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nordest

    02 Febbraio 2015 - 14:02

    Europei del Nord lavorate pure lavorate tanto che dovete mantenere I terroni dell'Europa : voi guadagnate noi sappiamo come spendere e come vivere bene alle vostre spalle

    Report

    Rispondi

  • alfredido1

    31 Gennaio 2015 - 16:04

    La Grecia ha vissuto con soldi EU da 5 anni. Restituisca il prestito ed esca dall'EU che certo non ha bisogno della Grecia. Con che diritto poi chi vive di sussidi da anni alza la voce e proclama editti anti EU ?

    Report

    Rispondi

  • Franzkeks

    31 Gennaio 2015 - 12:12

    Il comunista antisemita greco sfida da vero ladro qual'è chi gli dà i soldi: la generosissima Germania e l'Europa, che si fanno ricattare da un delinquente (Tsipras) che ha scelto di fare politica per poter rubare legalmente e noi contribuenti paghiamo! Siamo come negli anni trenta: comunisti (SYRIZA) e fascisti (ANEL) uniti contro la civiltà e la cultura occidentale e contro gli ebrei.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    31 Gennaio 2015 - 11:11

    Esattamente quello che ha fatto Renzi..ah,ah,ah,ah,ah........

    Report

    Rispondi

blog