Cerca

Dopo l'attentato

Charlie Hebdo non torna in edicola (per ora). I giornalisti sono troppo scossi

Charlie Hebdo non torna in edicola (per ora). I giornalisti sono troppo scossi

Sono ancora sconvolti, in lutto. Non sono sereni. Per questo Charlie Hebdo non tornerà in edicola, né il 4 febbraio, né l'11Ad annunciarlo, riporta Le Parisien, è stata la responsabile della comunicazione del settimanale satirico, Anne Hommel: il numero del 4 febbraio era già stato annullato. E "ancora non è stata fissata una data" per la pubblicazione del numero 1179, ha proseguito la portavoce. 

I giornalisti e i disegnatori sopravvissuti all'attentato terroristico non ce la fanno: "La redazione, colpita dal lutto, affaticata e sovraesposta ai media nelle ultime settimane, ha bisogno di tempo" e "non è pronta" a fare un nuovo numero. L'ultima pubblicazione, la 1178, con Maometto che piange in copertina, era uscita il 14 gennaio, una settimana dopo l'attentato, ed era stata stampata in 7 milioni di copie (contro le 60 mila copie che venivano diffuse prima dell'attacco). I giornalisti avevano preparato il numero grazie a Libération e Le Monde che avevano messo a disposizioni spazi e computer. Il numero di abbonati è già aumentato da 7 mila a più di 120 mila ma dovranno aspettare. Al momento l'unica certezza è che Charlie Hebdo continuerà ad uscire. Contro ogni minaccia. 

di Eliana Giusto

@giocattolirock

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • acamsmacat

    31 Gennaio 2015 - 19:07

    Effettivamente ci vuole un bel coraggio a continuare con quel tipo di satira. Se hai "cari" mussulmani comunque non piace quello che c'è scritto, facciano a meno di leggere quel giornale. Ahahahah-allah

    Report

    Rispondi

blog