Cerca

Mondo islamico in rivolta

Isis, la Giordania bombarda Mosul. L'Imam del Cairo: "Terroristi da crocifiggere, tagliategli mani e piedi"

Isis, la Giordania bombarda Mosul. L'Imam del Cairo: "Terroristi da crocifiggere, tagliategli mani e piedi"

I jihadisti dello Stato islamico andrebbero crocifissi e si dovrebbero tagliare loro mani e piedi. A sostenerlo non è un ultrà cristiano inorridito dal prigioniero giordano bruciato vivo dai tagliagole dell'Is ma, al contrario, una delle principali autorità del mondo islamico. Ahmed Al Tayeb, grande imam della moschea egiziana di Al Azhar a Il Cairo e massima istituzione sunnita (la stessa fazione a cui appartengono i miliziani del Califfato di Al Baghdadi), ha lanciato un proclama attraverso l'università di Al Azhar esprimendo riguardo all'ultima terrificante esecuzione "profonda indignazione per questa azione terrorista ignobile che esige la sanzione indicata dal Corano per questi tiranni che corrompono e che fanno la guerra ad Allah e al suo messaggero. Devono essere uccisi, crocifissi e bisogna tagliare loro le mani e i piedi". Secondo Al Tayeb l'Isis è una "organizzazione terrorista satanica" mentre l'uccisione del pilota giordano è "un'azione maligna". Quindi l'appello "alla comunità internazionale perché lotti contro questa organizzazione terroristica che perpetra azioni selvagge e barbare che non soddisfano né Allah né Maometto". 

La Giordania bombarda Mosul - Il re Abdullah II di Giordania, a cui Al Tayeb ha espresso "solidarietà", ha intanto avvertito che Amman darà una "dura risposta" allo Stato islamico per l'assassinio del pilota: "Il sangue dell'eroe martire non resterà senza la severa risposta della Giordania e del suo esercito a questo atto codardo e criminale perché questa organizzazione terroristica non solo lotta contro di noi, ma anche contro l'islam e i suoi nobili valori". Secondo fonti giordane, poi confermate in serata, l'aviazione ha bombardato Mosul, la capitale irachena dello Stato islamico. La Giordania ha dunque ripreso, con maggior vigore, le operazioni militari iniziate mesi fa insieme all'alleanza internazionale guidata dagli Stati Uniti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • molubig

    07 Febbraio 2015 - 13:01

    ''dividi et impera'' il nuovo gioco che si ''gioca'' adesso in medio oriente...

    Report

    Rispondi

  • marcopensa

    05 Febbraio 2015 - 18:06

    Evviva. Si è tragicamente e tristemente EVVIVA. Ma dovevano bruciare vivo un pilota della loro razza perche si avesse una reazione, invece a noi ci sgozzano e i nostri governanti fanno spallucce.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    05 Febbraio 2015 - 08:08

    Gli orientali, sanno come risponde ai terroristi con determinazione, mentre invece, noi occidentali, rincoglioniti grazie allo stupido buonismo della sinistra progressista, che di progresso non ha proprio nulla e di un vaticano sempre più ateo e comunista che celebra sempre meno messe per fare più politica, dovremmo farci massacrare in casa nostra, senza poterci difendere...ma per favore...!

    Report

    Rispondi

    • bibiforever

      05 Febbraio 2015 - 10:10

      grande lezione dal RE di GIORDANIA, ecco come reagisce chi diffende il proprio popolo.

      Report

      Rispondi

  • calimero63

    05 Febbraio 2015 - 08:08

    ecco come si fa !!! altro che buffonate alla italiana !! avanti Giordania !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog