Cerca

L'inchiesta dell'Icij

SwissLeaks, dai filoterroristi di Al Quaeda ai narcotrafficanti : i clienti imbarazzanti della Hsbc

SwissLeaks, dai filoterroristi di Al Quaeda ai narcotrafficanti : i clienti imbarazzanti della Hsbc

Nell'inchiesta "spettacolare e inedita", con "cifre che danno il capogiro", messa on line dal quotidiano francese Le Monde sul vasto sistema di evasione fiscale accettato e incoraggiato dalla banca britannica HSBC attraverso la sua filiale svizzera HSBC Private Bank, spuntano inquietanti ricostruzioni sul fronte del terrorismo e del narcotraffico. SwissLeaaks rivela infatti i nomi di personalità molto influenti in Arabia Saudita facevano arrivare denaro ad Al Qaeda attraverso la filiale svizzera della Hsbc. Secondo il quotidiano di Zurigo Tages-Anzeiger, in almeno tre casi la banca ha continuato a fare affari con personalità pubblicamente sospettate di terrorismo islamico.

Dittatori - Non solo. Il Corsera rivela che il cugino del dittatore siriano Bashar al Assad, Rami Makhlouf, teneva nel 2006 diversi conti presso la Hsbc, per un totale di 27 milioni di euro. Nel 2008 Makhlouf fu accusato dal Dipartimento del Tesoro americano di essere al centro di una rete di corruzione in Siria e nel 2011 è stato messo nella lista nera delle personalità colpite da sanzioni dell'Ue e nel 2013 in quella Svizzera. Nel 2006, scrive Stefano Montefiori, aveva un conto di 1,3 milioni di dollari e nel suo dossier, aperto nel 2000, un funzionario Hsbc aveva scritto in stampatello tutto maiuscolo "He is captain in the Army", insomma un cliente da trattare con particolare riguardo.

Narcotraffico - La banca di Ginevra, inoltre, avrebbe avuto un ruolo negli affari tra una banda di trafficanti di ecstasy di Atlanta (Stati Uniti) e un mercante d'armi israeliano che a sua volta aveva contatti tra i cartelli della droga messicani. Montefiori fa notare che probabilmente, vista la mole straordinaria delle persone coinvolte e la gravità dei loro traffici, la Hsbc non sia intervenuta nel merito degli affari, ma abbia deliberatamente omosso di controllare la loro liceità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog