Cerca

Squillo molto social

Su Instagram la nuova forma di prostituzione clandestina: foto, numeri dei telefono e contatti delle escort

Su Instagram la nuova forma di prostituzione clandestina: foto, numeri dei telefono e contatti delle escort

Le premesse di Instagram riguardo al sacrosanto utilizzo del sito, in realtà sono spesso violate da giovani escort e dai loro  manager. Le foto di nudi e gli hashtag censurati non stanno fermando l'aumento della prostituzione. Le protagoniste della vicenda sono prostitute professioniste o occasionali.

Tutto parte da un  Belfie - Sono donne molto sensuale che, sotto le ambizioni artistiche - la maggior parte di loro si definisce cantante o modella- si espongono alla rete. Basta un semplice belfie che mostra scollature generose, l'emaill di contatto a disposizione - escusivamente per richieste professionali- ed è fatta. Sono ragazze abili, mantengono i rapporti con chi commenta le loro foto, anche con semplici emoticon pur di instaurare delle relazioni virtuali. Quando arrivano richieste di incontri, a rispondere sono loro, oppure i loro manager che trattano sul prezzo. Per una serata con una di loro, viene richiesto un prezzo che parte dai 2000 euro. 

Non ci sono controlli - Lo scenario è preoccupante, perché la situazione non è regolata. Secondo “Strass”, sindacato delle lavoratrici del sesso, queste forme nuove di prostituzione clandestina creano un grande problema di sicurezza, sia per i clienti, sia per le prostitute. Il controllo dei moderatori dei social network è praticamente nullo. Si prospettano anni d'oro per questa nuova prostituzione clandestina. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    10 Febbraio 2015 - 08:08

    ma di cosa vi state meravigliando??

    Report

    Rispondi

  • Gianni Schicchi

    10 Febbraio 2015 - 07:07

    "a rispondere sono loro, oppure i loro manager che trattano sul prezzo(...)". Ah, mo se chiameno "manager"?

    Report

    Rispondi

  • Mago Zurli

    09 Febbraio 2015 - 21:09

    Ovvio che sia così. E' solo un'evoluzione di altri sistemi via web. Comunque era cominciata con gli annunci sui giornali di massaggiatrici e accompagnatrici da subito dopo la legge Merlin. Oggi è più rapido, efficace, economico, personalizzato.

    Report

    Rispondi

blog