Cerca

Vento di guerra

Ucraina, Vladimir Putin duro contro Barack Obama: "Non siamo isolati". Oltre 600 soldati russi si esercitano in Crimea

Ucraina, Vladimir Putin duro contro Barack Obama: "Non siamo isolati". Oltre 600 soldati russi si esercitano in Crimea

Sei morti e 21 feriti è il bilancio dell'ultimo scontro a colpi di razzi in Ucraina nella cittadina di Kramatorsk, nel sud-est del Paese, a 50 km dalla linea del fronte di guerra tra l'esercito ucraino e le forze separatiste filorusse. Queste ultime hanno negato la paternità dell'attacco, ma intanto la guardia nazionale è partita alla confroffensiva vicino Mariupol, nella stessa regione.

Diplomazia rovente - Anche sul fronte diplomatico la tensione è a livelli sempre più alti. Barack Obama non ha escluso di fornire armi all'esercito di Kiev se Mosca dovesse insistere nel sostenere le forze separatiste. Non si è fatta attendere la risposta russa, il segretario del Consiglio di sicurezza Nilolai Patrushev che ha minacciato: "Un'ulteriore escalation del conflitto" con il sostegno militare statunitense: "La Russia - ha detto - risponderà con strumenti diplomatici". Il portavoce di Vladimir Putin, Dimitry Peskov, ha criticato ancora le sanzioni, che continuano a crescere, di Europa e Usa: "Sono tutti passi che purtroppo mirano a destabilizzare la situazione"

Putin - Peskov ha negato che nel faccia a faccia di venerdì scorso, il presidente francesce Francois Hollande abbia dato ultimatum a Vladimir Putin: "Nessuno può usare questi toni con noi". In un messaggio al corpo diplomatico russo, Putin ha garantito che: "Continuerà la sua politica estera indipendentemente dalle pressioni di un ambiente internazionale difficile". Obama ha detto che la Russia è ormai isolata, Putin risponde con oltre 600 militari russi impegnati in esercitazioni in Crimea. Secondo la Flotta del Mar Nero, citata dall'agenzia russa Ria Novosti, le unità della difesa costiera hanno avviato esercitazioni nella penisola ucraina, che la Russia ha annesso a marzo scorso dopo un referendum. Mosca ha anche deciso di prolungare la detenzione della pilota dell'esercito ucraino, Nadezhda Savchenko fino al 13 maggio. I giudici hanno deciso di prolungare le indagini, detenendo la donna quasi come un ostaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iveco3512

    11 Febbraio 2015 - 19:07

    io penso che queste sono problemi che vanno regolati tra loro perche ucraina e russia sono un solo stato visto che sono uniti da 400 anni si sono mischiate le genie e non e possibile che noi occidentali possiamo entrarci caro obama pensa a tutti coloro che morirebbero per le tue genialate. ricordati che putin ha ancora a sua disposizione l'atomica non dimenticarlo caro presidente

    Report

    Rispondi

  • ramadan

    11 Febbraio 2015 - 11:11

    ALBETTONE : aspetto una sua risposta. grazie.

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    11 Febbraio 2015 - 09:09

    L accerchiamento della Russia voluto dagli USA, non mi si venga a raccontare che sarebbe fatto per il bene dell'Europa; ci sono ben altri interessi USA che se ne fregano dell Europa. Ricordate le balle per giustificare la guerra dell Irak ? Volevano bombardare la Siria, così finiva nelle mani dell ISIS. Abbandonano l'Egitto che si ribella agl integralisti. Evviva Obama e la sinistra che lo osanna

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    11 Febbraio 2015 - 08:08

    torna a casa abbonzato, la russia ti rompe il culo, il guaio che lo rompe all'europa zerbino degli usa....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog