Cerca

Scia di sangue

Copenaghen, ucciso il presunto attentatore islamico: nella notte un altro attacco a una sinagoga e un altro morto

Copenaghen, ucciso il presunto attentatore islamico: nella notte un altro attacco a una sinagoga e un altro morto

E' stato ucciso a colpi di pistola un uomo che, a Copenaghen, ha aperto il fuoco contro degli agenti nei pressi di una stazione ferroviaria. Si tratterebbe del fanatico islamista responsabile dei due attentati delle ultime ore che hanno terrorizzato la capitale danese. Il primo a un convegno in un caffè dove si teneva un convegno sul Charlie Hebdo, il secondo qualche ora dopo, in una sinagoga. Nel primo attacco è rimasto ucciso un civile e sono stati feriti tre agenti (ma l'obiettivo era un vignettista "reo" di aver fatto satira su Maometto). Nel secondo, avvenuto alla sinagoga Krystalgalde poco dopo l'1 del mattino, nel centro della città, una persona è stata colpita alla testa ed è morta nella notte, mentre sono stati feriti altri due poliziotti. In entrambi i casi il fuoco è stato aperto con un'arma semi-automatica, e poi il responsabile si è dileguato a bordo di un auto nera.

La caccia all'uomo - Altri due morti nel nome dell'islam, dunque, e un'altra caccia all'uomo nel cuore della notte: elicotteri e voli blindati hanno sorvolato la capitale. Nelle ore seguenti è stata poi diffusa una foto del sospettato, che sarebbe stato intercettato nei pressi di Norrebro, in una stazione. A quel punto il presunto killer ha aperto il fuoco contro gli agenti, che hanno risposto al fuoco, uccidendolo. La polizia locale, ad ora, non ha dato notizia di possibili complici (nei primissimi istanti che hanno seguito il primo attentato si era parlato di un commando composto da due persone). A 35 giorni dalla strage di Parigi, dunque, un nuovo attentato di probabile matrice jihadista nel cuore dell'Europa. A Copenaghen una nuova scia di sangue, un nuovo orrore islamista. E altri due morti innocenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog