Cerca

No al memorandum

La Grecia rifiuta le condizioni del Consiglio europeo, Alexis Tsipras: "Assurde e inaccettabili"

La Grecia rifiuta le condizioni del Consiglio europeo, Alexis Tsipras: "Assurde e inaccettabili"

Nulla di fatto al Consiglio europeo con i ministri dell'Economia e delle Finanze dell'Eurozona riuniti a Bruxelles. La Grecia ha rifiutato la proposta di estendere il programna di assistenza finanziaria alle stesse condizioni previste dal memorandum della Troika (Ue, Fmi e Bce), già accettato dal precedente governo Samaras. Condizioni "assurde e inaccettabili" ha detto Alexis Tsipras. Poco prima di entrare in riunione, il falco tedesco Wolfang Schaeuble aveva dato un assaggio di come sarebbe andata la giornata: "Mi dispiace per i greci - aveva detto - hanno eletto un governo che si sta comportando in modo piuttosto irresponsabile in questo momento". Il tedesco, che chiama la Troika con un più politicamente corretto "istituzioni", ha aggiunto che: "Non si può continuare a vivere al di sopra dei propri mezzi e poi continuare a fare proposte su come gli altri dovrebbero continuare a mantenere questo tenore di vita". Caustico il portavoce greco Sakellaridis: "È tutto soggettivo. Potrei dire allo stesso modo che il comportamento della Germania è irresponsabile, ma non voglio arrivare a uno scambio di osservazioni". L'eurogruppo tornerà a riunirsi venerdì 20 febbraio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aio_puer

    18 Febbraio 2015 - 12:12

    Dobbiamo essere solidali con la Grecia, così come le regioni del Nord Italia regalano a quelle del Sud, sistematicamente. In natura ci sono parassiti e parassitati, no? Basta che il parassita faccia il gradasso o la vittima, a seconda delle circostanze.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    17 Febbraio 2015 - 11:11

    Qualcuno di questi economisti da strapazzo UE mi sa spiegare come è possibile che un paese al collasso possa ripagare il suo debito continuando a perseguire la linea del rigore? Così la Grecia nn potrà che diventare più povera e quindi nn riuscirà mai a ripagare nulla. Decidano: o la tengono dentro, e allora occorre un piano serio per renderla produttiva o la buttino fuori!

    Report

    Rispondi

  • oldpeterjazz

    17 Febbraio 2015 - 09:09

    La ricchezza non scende dal cielo come la pioggia; la ricchezza si produce con il lavoro. La Grecia produce molto meno ricchezza di quanto non ne consumi; l'eccedenza gliela sta fornendo l'Europa (Italia compresa). Non si va avanti così in eterno. Usciranno dall'euro e saranno rovinati, mentre se ne usciamo noi sarà la nostra salvezza perché ciò che produciamo vale più di quanto si consuma. Ovvio!

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    17 Febbraio 2015 - 09:09

    Poverso Tsipras si trova nella condizione peggiore .... in un paese al collasso. Davvero gli merita mandare a fanculo tutta l'Europa ...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog