Cerca

Una cena particolare

Tutta la verità sul Abu Bakr al Baghdadi: gay, ubriacone e pensa solo agli affari suoi

Tutta la verità sul Abu Bakr al Baghdadi: gay, ubriacone e pensa solo agli affari suoi

Dal califfo dello Stato Islamico ci si aspetterebbe un comportamento ineccepibile dal punto di vista religioso. Invece Abu Bakr al Baghdadi è un ubriacone, un omosessuale, uno che pensa troppo agli affari suoi. Parola di Davide Bellomo, l'esperto di comunicazione strategica in situazioni di crisi, che ha rivelato al Tempo di aver incontrato l'uomo più ricercato dalle intelligence di tutto il mondo. Accadde otto mesi fa, durante una cena d'affari in Siria, insieme ad altre venti persone. Sembra la trama di un film: "Io non ero vicino a lui perché le persone vengono posiziona te a seconda della loro importanza, ma ero presente in quella situazione. "Non ero con il mio nome e cognome", dice Bellomo a Francesca Musacchio. "Ero presente come persona invitata a capire come doveva evolversi un certo tipo di situazione. Quindi ero seduto lì. Loro (l' Isis, ndr) si occupano molto di comunicazione eil terrorismo in questo momento è comunicazione. Scelgono e pianificano dove fare gli attentati in base al risultato che hanno a livello di comunicazione e cosa riescono a portare a casa senza spendere soldi. In realtà il denaro è poco e se lo mangiano quelli che comandano e quindi devono gestirsi a livello comunicativo, come farebbe qualsiasi azienda: spesa minima guadagno massimo. In ogni caso non ero l'unica persona non islamica e non appartenente al loro gruppo presente a quel tavolo".

Alcol e sesso - Bellomo racconta che "tutti i commensali non hanno disdegnato alcolici e nemmeno lui" mentre parlavano di affari. "Ognuno fa i propri affari", ribadisce l'esperto del Peace operation training institute.  "Era una cena di affari se l'Isis è un affare e per lui Isis è un affare tanto che di recente è stato anche allontanato dai suoi. Un fatto discusso all'interno della struttura e per un periodo era scomparso, per circa 15 giorni, perché è stato contestato. Si diceva che fosse morto, invece non lo era ed era stato soltanto allontanato. Forse perché già ci sono dissapori nei suoi confronti". Dissapori nati secondo Bellomo dal fatto che al Baghdadi "fa troppo i fatti suoi e gli altri vogliono fare i loro. Quindi ognuno ha il suo interesse economico". L'immagine che offre all' occidente è invece quella di un'autorità politica e religiosa perfetta, gli fa notare la Musacchio: "Non ha un'immagine e non è perfetto". Si dice che abbia molte mogli... "Questo non lo so, magari ci sono degli amici. Ognuno sceglie sessualmente quello che vuole". In pratica è gay: "Lui che dice non si dovrebbe".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvio47

    25 Febbraio 2015 - 08:08

    @Chry, ma non le pare di aver detto una grossa stronzata?

    Report

    Rispondi

    • Chry

      25 Febbraio 2015 - 13:01

      Che Silvio è malato di sesso? no, lo diceva anche Veronica...

      Report

      Rispondi

  • Chry

    25 Febbraio 2015 - 00:12

    Sembra ricordare in alcune cose il Califfo di Arcore

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    24 Febbraio 2015 - 20:08

    manca l'ultimo difetto:è komunista (a cxxxi suoi ovviamente)!

    Report

    Rispondi

    • Chry

      25 Febbraio 2015 - 00:12

      No, è di destra, pare avesse contatti il candidato del partito repubblicano, fortunatamente sconfitto da Obama

      Report

      Rispondi

  • fossog

    24 Febbraio 2015 - 18:06

    con quella faccia può essere tutto... dalla scimmia in giù. Comunque finchè in medioriente si ammazzano tra loro, alla faccia del loro incivile Aumento Demografico, per me và tutto bene... tanti ne nascono tanti ne muoiono. L'unica cosa Civile in tutto ciò è solo il Saldo Numerico delle persone che COSI' NON VERRANNO A CASA NOSTRA PER MANCANZA DI NUTRIMENTO A CASA LORO... è AUTODIFESA, no ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog