Cerca

Dopo gli incidenti della Capitale

Feyenoord-Roma, allerta sicurezza a Rotterdam: la polizia olandese arresta un tifoso romanista

Feyenoord-Roma, allerta sicurezza a Rotterdam: la polizia olandese arresta un tifoso romanista

Accolti all'aeroporto, perquisiti, trattenuti in caserma o addirittura portati in aperta campagna. Così la polizia olandese ha accolto i tifosi della Roma arrivati a Rotterdam per il ritorno dei sedicesimi di Europa League tra i giallorossi e il Feyenoord. La lezione di quanto accaduto la scorsa settimana nella Capitale, con la città devastata da alcune decine di vandalici ultrà olandesi in libera uscita, nei Paesi Bassi è stata imparata evidentemente a memoria, con forse fin troppo zelo se è vero che qualcuno, sul web, ha parlato di abusi. E nel tam tam su Internet, i tifosi giallorossi invitano i compagni di trasferta a "stare uniti, perché fuori dalla stazione ci aspettano gli hooligan del Feyenoord".



Un romanista arrestato - Gli agenti hanno arrestato un sostenitore romanista (avrebbe cercato di sottrarsi a dei controlli) e trattenuto altri 83 nella stazione di fronte allo stadio De Kuip, per evitare che possano entrare in contatto con gruppi di hooligan del Feyenoord. Intorno alle 19 sono stati tutti rilasciati e scortati allo stadio. Secondo quanto riferito ai funzionari della Digos dalle autorità olandesi, nei bagagli dei tifosi italiani sarebbero stati trovati guanti con le nocche metalliche e pochi tubi di plastica da idraulica. I media olandesi riferiscono invece che un gruppo di supporter ha provato a sottrarsi ai controlli delle forze dell'ordine che presidiano il quartiere dello stadio del Feyenoord. Di fatto, una lezione alle autorità italiane: quando la polizia può fare la polizia, i danni possono essere limitati.

"Un altro schiaffo all'Italia" - La politica italiana, scandalizzata giustamente per quanto accaduto a Roma, però da questo orecchio non ci sente. "E' vergognoso quanto si sta verificando in queste ore in Olanda per il ritorno tra Roma e Feyenoord. Giungono testimonianze di gravi abusi da parte della polizia olandese sotto forma di perquisizioni e controlli ben oltre il lecito, addirittura i tifosi sarebbero stati sequestrati all'arrivo in aeroporto e trasportati in campagna, lasciati sotto la pioggia e costretti ad espletare le proprie urgenze fisiologiche in presenza di un agente", accusa Dario Rossin, vicecapogruppo Forza Italia in Campidoglio. "Una deportazione intollerabile che si aggiunge alla barbarie di Roma. Il sindaco Marino non si è fatto valere qui, quindi siamo già consapevoli che nulla potrà fare per censurare ed evitare ulteriori simili affronti oggi a Rotterdam". "Le autorità olandesi diano subito una risposta all'Italia sull'accoglienza riservata ai tifosi romanisti a Rotterdam - gli fa eco Stefano Pedica del Pd -. E' assurdo che, dopo la devastazione della Capitale da parte degli hooligans del Feyenoord, il nostro Paese debba subire un altro schiaffo. Bisogna verificare subito la notizia e, nel caso in cui dovesse essere confermata, è necessario protestare con forza. Spero che i tifosi romanisti siano stati accolti in maniera civile in Olanda -sottolinea Pedica - perché dopo il danno l’Italia non può accettare anche la beffa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BO45MARPASS

    27 Febbraio 2015 - 12:12

    conplimenti alla polizia e alla giustizia olandese, che sa come prevenire gli eventuali incidenti pre partita,che qualche politico la criticasse pure mi mancava .(e poi rimaniamo sorpresi se da noi non canbia nulla?)

    Report

    Rispondi

  • gianni-1

    gianni-1

    27 Febbraio 2015 - 00:12

    Con questo governo , in Italia posso perfino urinare sul portone di Montecitorio , non succederà nulla perché siamo dei caga sotto, quel pecorone di Renzi pensa solo a twittare, e l'unico modo per farsi sentire,,,, che fine ha fatto la Mogherini?

    Report

    Rispondi

  • doberman

    26 Febbraio 2015 - 20:08

    Nel paese dei Balocchi Falce e Martello , nei paesi bassi prevenzione e manganello .

    Report

    Rispondi

  • naste

    26 Febbraio 2015 - 19:07

    Ma quale protesta ... noi italiani sempre piagnucoloni. Ognuno guarda i fatti suoi, avessero fatto anche in Italia così. Siamo noi che non siamo buoni a far nulla.. bisogna solo vergognarsi!!!

    Report

    Rispondi

blog