Cerca

Profezia nera

Il cugino di Gheddafi: "Entro due anni attentato Isis in Europa come 11 settembre"

L'allarme è già alto da settimane, da quando l'Isis ha messo le mani su alcune regioni costiere della Libia, affacciandosi così sul Mediterraneo a poche centinaia di chilometri dall'Italia e dall'Europa. E l'intervesta concessa da Ahmed Gheddafi, il cugino dell'ex raìs di Tripoli, al quotidiano inglese Daily Mail, non rasserena di sicuro il futuro. In questi giorni preoccupazione è stata esternata in più occasioni per il rischio che terroristi legati al califfato islamico possano facilmente sbarcare nel nostro Paese nascondendosi tra gli immigrati che con cadenza quasi giornaliera arrivano sulle nostre coste dal nord Africa e principlamente proprio dalla Libia. Uno scenario che Ahmed Gheddafi conferma al Daily Mail: "Mezzo milione di migranti salperanno per le coste europee e tra loro si nasconderanno migliaia di terroristi". Una presenza che, nel giro di al massimo due anni, secondo l'uomo che oggi vive in Egitto, "permetterà entro due anni all'Isis di compiere in Europa un attentato come l'11 settembre".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fofetto

    02 Marzo 2015 - 20:08

    Chi è costui? Cugino di Gheddafi? Non attendibile. Ascoltiamo il verbo laico: la Sboldrina.

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    02 Marzo 2015 - 19:07

    Strano Alfano l africano diceva di stare sereni che non c era nessun pericolo per noi evidentemente oltre che a caproni ignoranti sono anche falsi

    Report

    Rispondi

blog